Una scelta di buon senso

DIMISSIONI DI ELIA FRAPOLLI - Il commento di Bruno Costantini

Una scelta di buon senso

Una scelta di buon senso

di BRUNO COSTANTINI - Tanto di cappello a Elia Frapolli che, entrato ufficialmente nella rosa dei candidati popolari-democratici al Consiglio di Stato, ha deciso di lasciare la direzione dell'Agenzia turistica ticinese. È vero che aveva ricevuto l'aut aut dal consiglio d'amministrazione dell'ente (o dentro o fuori), ma in questo Paese pieno di fantasie e di scorciatoie ad personam il buon senso non è sempre scontato. L'inopportunità del doppio ruolo tra la carica dirigenziale di un ente parapubblico e l'impegno in una campagna elettorale è evidente, ma non vi era nessun obbligo legale di fare il passo indietro. In passato vi sono stati esempi di magistrati che hanno avuto il congedo per potersi buttare nella mischia elettorale: c'è chi è stato eletto e chi no, potendo poi rientrare senza problemi al proprio posto pubblico. Oltre che inopportune per le delicate cariche rivestite, queste situazioni sono anche discriminatorie verso quei candidati che non hanno comunque la sedia al caldo ben remunerata in caso di trombatura.

Con la sua decisione Frapolli evita anche malumori e divisioni in un settore, quello turistico, che ha bisogno di tutto tranne che di nuove fratture. La nuova organizzazione turistica cantonale, con l'ultima riforma legislativa imposta da Lugano (oggi si direbbe Lugano Region coi bei risultati che abbiam visto), è già di suo una boiata, che frastaglia ulteriormente un piccolo territorio che avrebbe invece bisogno di unità e razionalizzazione dei mezzi. Se a ciò aggiungiamo che anche fra le varie categorie che concorrono all'offerta turistica non son sempre rose e fiori, si può facilmente immaginare in quale clima si sarebbe svolta la campagna elettorale di Frapolli se fosse rimasto alla guida dell'Agenzia turistica ticinese, anche se magari in congedo. Per fortuna ogni tanto trionfa il buon senso. È in fondo quello che si aspettano i cittadini-elettori.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1