Scandalo dei permessi falsi

Processo rinviato con colpo di scena

Uno degli imputati principali è lo stesso uomo finito in manette per i tentati furti al Centro commerciale di Sant’Antonino

Processo rinviato con colpo di scena
(Foto Archivio CdT)

Processo rinviato con colpo di scena

(Foto Archivio CdT)

BELINZONA - Il processo per lo scandalo dei permessi falsi, previsto lunedì, è rinviato. Come riferito dalla RSI, la ragione dello slittamento sta nel fatto che uno degli imputati principali, il 28.enne titolare della Aliu Big Team di Bellinzona, è lo stesso uomo finito in manette negli scorsi giorni per i 2 tentati furti di giugno al bancomat del Centro Commerciale di Sant’Antonino. Lo svizzero è sospettato d’aver organizzato l’alloggio degli autori dei reati. L’uomo, che si dichiara innocente, è stato rilasciato venerdì. A causa del nuovo procedimento nei suoi confronti l’incontro in aula per lo scandalo scoppiato a inizio 2017 è stato posticipato. In questo ambito il 28.enne è accusato di avere corrotto un funzionario dell’Ufficio della migrazione ottenendo permessi finti, venduti poi a operai stranieri. Solo dopo che la Procura chiuderà l’indagine su Sant’Antonino e firmerà un unico atto d’accusa contro l’uomo si andrà in aula. Probabilmente fra alcuni mesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Ticino
  • 1