Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

Novazzano

Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati
Talune strade agricole sono già state picchettate per delimitare la carreggiata della futura pista ciclabile. ©cdt/chiara zocchetti

Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

Talune strade agricole sono già state picchettate per delimitare la carreggiata della futura pista ciclabile. ©cdt/chiara zocchetti

Si avvicina la bella stagione – testimoni le attuali miti giornate di sole – e cresce la voglia di escursioni in bicicletta. Un mezzo peraltro che ha avuto un notevole sviluppo in questo periodo di pandemia. E per evitare il traffico è piacevole percorrere in sicurezza piste ciclabili. Così a Novazzano sono in corso alcuni progetti particolarmente interessanti che si inseriscono nel percorso Chiasso-Novazzano-Mendrisio.

Importante dislivello

È di ieri la pubblicazione sul Foglio ufficiale del canton Ticino del bando di concorso del Dipartimento del territorio per la realizzazione di un percorso ciclabile fra via Pietro Bernasconi (zona ufficio postale) a via Résiga (nei pressi della dogana di Pian Faloppia). Il progetto si inserisce nell’ambito del Programma di agglomerato del Mendrisiotto (PAM2), un ampio piano che tocca anche le piste per biciclette e che coinvolge vari Comuni del distretto.

Le opere in appalto «riguardano la sistemazione strutturale di vari percorsi agricoli e sentieri esistenti, situati in una zona rurale non edificata, con l’obiettivo di renderli maggiormente adatti e confortevoli al traffico ciclopedonale» si legge nella documentazione riguardante il concorso. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo tratto di circa un chilometro e mezzo, con una larghezza di 2,5-3 metri.

Ricordando la Torraccia

Come ci conferma il segretario comunale di Novazzano Andrea Sala, il tracciato non sarà realizzato a lato di via Torraccia ma seguirà strade agricole che ci sono già, fra vigneti, prati e, più sotto, edifici industriali: «Oggi sono già frequentate da appassionati di rampichino e da pedoni ma il fondo stradale va assolutamente sistemato. Ciò non cambierà comunque il dislivello della pista, sempre piuttosto impegnativo». Tanto per rendere l’idea, molti di voi lettori certamente conoscono la pendenza della Torraccia, una salita resa celebre dai Mondiali di ciclismo svoltisi nel 2009 e nel 1971.

Il nuovo tratto di pista andrà a integrare il percorso esistente in via Sottopenz. L’obiettivo è di uniformare il percorso, nel rispetto delle particolari condizioni ambientali e morfologiche del territorio. Per questo «sono state definite diverse tipologie di pavimentazione in calcestre (color bianco/grigio) e in calcestruzzo, che verranno eseguite con lavori di bonifica del terreno per renderlo adatto a sottofondo stradale. L’intervento comprende alcuni lavori accessori come la sostituzione di parapetti in legno, taglio di vegetazione e posa di una nuova segnaletica verticale. Inoltre nel presente appalto rientra la posa di una nuova tubazione gas per conto di AGE» si legge nella documentazione del Cantone.

Quasi 600.000 franchi

Intanto in questi giorni a Novazzano è terminato il periodo di pubblicazione alla cancelleria del tratto via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina. Il Consiglio comunale ha già stanziato per questa operazione un credito di 590.000 franchi, ma l’importo totale per la realizzazione di questo tratto di poco meno di un chilometro sarà rimborsato dal Cantone. Se l’iter burocratico non subirà intoppi, si prevede di iniziare i lavori nel prossimo mese di luglio.

Gli altri tracciati

Come accennato all’inizio questi due progetti si inseriscono nella rete di percorsi ciclopedonali che mettono in collegamento Novazzano con i due poli del distretto. A questo punto vale la pena ricordare, come fa il segretario comunale Sala, che l’anno scorso è stato ultimato il tratto via alla Fornace-Sant’Apollonia mentre sono ancora da realizzare quello via Casate-via Boscherina e quello via Casate-Castellaccio-via Pietro Bernasconi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1