A favore delle persone bisognose

Quattro tonnellate di prodotti per Tavolino Magico

Il bilancio della raccolta alimentare svoltasi in diverse filiali Coop lo scorso 16 dicembre

 Quattro tonnellate di prodotti per Tavolino Magico
Durante la raccolta alimentare, organizzata una volta all’anno in alcune filiali Coop, si possono donare alimenti che andranno alle persone indigenti in Ticino (Foto: Tipress)

Quattro tonnellate di prodotti per Tavolino Magico

Durante la raccolta alimentare, organizzata una volta all’anno in alcune filiali Coop, si possono donare alimenti che andranno alle persone indigenti in Ticino (Foto: Tipress)

BELLINZONA - Il 16 dicembre scorso la Fondazione Amici della vita ha organizzato in 5 filiali Coop la raccolta alimentare a favore delle persone bisognose. Grazie alla generosità dimostrata in un solo giorno, Tavolino Magico ha ricevuto circa 4 tonnellate di prodotti. Fra queste figuravano 3.330 kg di quello che si definisce «secco misto», ovvero prodotti come pasta, olio, scatolame. Per la categoria non food, che comprende articoli per la pulizia e l’igiene (come bagnoschiuma e spazzolini), la cifra raccolta è pari a 137 kg. Le bibite hanno raggiunto quota 94 kg e il latte 373 kg.

Klaus Stocker, presidente della Fondazione, afferma «è importante organizzare le collette alimentari di prodotti a media e lunga scadenza perché nei centri di distribuzione di solito scarseggiano. In questo modo sopperiamo ad una reale necessità. L’anno scorso abbiamo lanciato con successo l’operazione Mangiare tutto l’anno! con collette alimentari anche in settimana. La cosa ha avuto molto successo, tanto che quest’anno pensiamo di raddoppiare, se non triplicare queste azioni. Grazie a questo nuovo progetto, abbiamo già potuto occupare due persone mediante i programmi di attività di utilità pubblica (AUP) per persone disoccupate di lunga durata».

I beni raccolti, grazie alle rete di 14 centri di distribuzione di Tavolino Magico, garantiti da oltre 280 volontari, raggiungono 1.800 persone in difficoltà. Anche Olivia Albergati fa volontariato per la Fondazione, ha prestato servizio nella Coop Serfontana e afferma: «ho notato che le persone che conoscevano la Fondazione amici della vita e Tavolino magico, erano più propense a donare. Le persone più umili e quelle che probabilmente hanno fatto esperienza di ristrettezza finanziaria, che hanno conosciuto la fame, si rivelavano più generose di chi magari ha sempre avuto tutto. Nel complesso, la gente comprende l’importanza di donare cibo a chi non ne ha. I ticinesi hanno uno spirito solidale che li accomuna al resto della Svizzera, che a mio parere rimane molto sensibile ai concittadini in difficoltà».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
    IL CASO

    Vezia e Maroggia hanno nostalgia dei radar

    I sindaci Ongaro e Binaghi sono preoccupati per la rimozione delle postazioni fisse: «Rallentavano gli automobilisti» – Il collega di Magliaso Citterio non è d’accordo: «Ormai il nostro lo conoscevano tutti: in quel punto rallentavano, poi tornavano ad accelerare»

  • 3
    Rilancio

    Nuovi impulsi in Verzasca

    Si arricchisce l’agenda della valle che deve essere vitale sull’arco delle quattro stagioni – Intanto il sito di recensioni TripAdvisor la premia come meta ticinese più apprezzata

  • 4
  • 5