Referendum finanziario: su cosa voteremo il 26 settembre?

TICINO

Il popolo ticinese sarà chiamato a esprimersi sull’iniziativa popolare costituzionale «Basta tasse e spese, che i cittadini possano votare su certe spese cantonali» e sul controprogetto del Gran Consiglio – L’argomento in votazione in sette domande (e risposte)

Referendum finanziario: su cosa voteremo il 26 settembre?
© CdT/ Chiara Zocchetti

Referendum finanziario: su cosa voteremo il 26 settembre?

© CdT/ Chiara Zocchetti

Il 26 settembre il popolo ticinese sarà chiamato a esprimersi sull’iniziativa popolare costituzionale del 6 marzo 2017 «Basta tasse e spese, che i cittadini possano votare su certe spese cantonali» e sul controprogetto del Gran Consiglio. Dovrà cioè decidere se introdurre o meno lo strumento del referendum finanziario.

Su cosa voteremo il 26 settembre?Il Ticino dovrà decidere se essere il diciannovesimo Cantone in Svizzera ad adottare lo strumento del referendum finanziario obbligatorio. Ovvero se portare alle urne le spese uniche e quelle ricorrenti, approvate dal Parlamento, superiori a una certa somma. Sul tavolo ci sono l’iniziativa popolare (12.342 le firme raccolte) lanciata nel 2017 da Sergio Morisoli (UDC) «Basta tasse e spese, che i cittadini possano votare su certe spese cantonali»...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Otto arresti per cocaina

    Ticino

    Lo comunicano il Ministero pubblico e la Polizia cantonale: in manette cinque albanesi, un’italiana e due svizzeri

  • 3

    LAMal: approvata la nuova procedura di competenza cantonale

    cure

    Dal 1. gennaio la competenza a rilasciare l’autorizzazione ad esercitare a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie ai fornitori di prestazioni che esercitano in ambito ambulatoriale passa ai Cantoni - Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla modifica: affidata all’Ufficio di sanità del DSS la competenza valutativa, decisionale e di vigilanza

  • 4

    Occhio a usare il cellulare alla guida

    prevenzione

    Torna la campagna «Distratti mai» per sensibilizzare la popolazione sui pericoli derivanti dall’utilizzo del telefonino quando si è al volante: nel 2020 ben 1.779 infrazioni sono legate a questo comportamento

  • 5
  • 1
  • 1