Sciopero per il clima, accordo con il DECS per chi salterà le lezioni

Ambiente

La manifestazione in programma venerdì a Bellinzona sarà un assaggio dell’evento nazionale previsto per il 15 maggio

Sciopero per il clima, accordo con il DECS per chi salterà le lezioni
FOTO CDT/CHIARA ZOCCHETTI

Sciopero per il clima, accordo con il DECS per chi salterà le lezioni

FOTO CDT/CHIARA ZOCCHETTI

In vista dello sciopero per il clima in agenda per questo venerdì, 29 novembre, a Bellinzona il «Movimento per il clima ed il DECS sono giunti ad un accordo, il quale permetterà agli studenti di assentarsi durante lo sciopero, anche se le assenze verranno registrate come regolari». Lo comunica lo stesso Movimento che aggiunge come «durante la giornata del 29 novembre, inoltre, ogni sede sarà libera di organizzare attività a tema. In alcuni istituti hanno già preso forma conferenze e proiezioni di film riguardanti l’ambiente. Anche la collaborazione con le scuole medie è stata intensificata, al fine di coinvolgere un pubblico ancor più ampio nell’attività del Movimento».

La manifestazione prenderà il via alle 14.30 nella capitale in Largo Elvezia. Lo sciopero di venerdì, inoltre, «sarà una palestra in vista dello sciopero generale nazionale previsto per il 15 maggio 2020», precisano gli organizzatori.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Ecco il Natale «speciale» dei bellinzonesi

    Il programma

    Dopo aver ovviamente dovuto rinunciare al tradizionale villaggio di piazza del Sole, il Municipio cittadino presenta le proposte per le festività nel centro storico e nei quartieri tra coreografia, concorsi per ravvivare il commercio e parcheggi gratuiti - Domani l’accensione degli alberi, ma senza cerimonie

  • 2
  • 3

    Sfitto su e affitti giù? Sì, però...

    L’ANALISI

    A Lugano l’aumento dellle abitazioni vuote alimenta la speranza di trovare una sistemazione a canoni più favorevoli - Gli affitti negli ultimi quattro anni sono calati, ma prima erano cresciuti

  • 4
  • 5

    Lombardia verso la zona arancione: cosa cambia

    Pandemia

    Nella Regione di confine il tasso di positività scende al 12% e l’assessore Gallera annuncia: «Presto allentamento delle misure» - Gli spostamenti oltre confine solo per motivi di lavoro, studio e salute

  • 1
  • 1