Scomparso l’architetto ticinese Luigi Snozzi

Lutti

Aveva 88 anni ed era stato insegnante al Politecnico federale di Losanna

 Scomparso l’architetto ticinese Luigi Snozzi
Luigi Snozzi. © CDT/ARCHIVIO

Scomparso l’architetto ticinese Luigi Snozzi

Luigi Snozzi. © CDT/ARCHIVIO

 Scomparso l’architetto ticinese Luigi Snozzi

Scomparso l’architetto ticinese Luigi Snozzi

Si è spento all’età di 88 anni l’architetto ticinese Luigi Snozzi. Nato a Mendrisio il 25 luglio 1932, Snozzi ha studiato alla Scuola politecnica federale di Zurigo; in seguito ha lavorato presso i propri studi di architettura a Locarno, Zurigo e Losanna. Snozzi ha lavorato tra il 1962 e il 1971 in associazione con l’architetto Livio Vacchini. In seguito ottiene la cattedra di professore di architettura alla Scuola politecnica federale di Losanna. È il primo degli architetti della nuova scuola ticinese (che comprende Mario Botta, Aurelio Galfetti e il suo grande amico Livio Vacchini), viene mondialmente sollecitato per progetti urbani. Snozzi non ha mai costruito molto su vasta scala, mentre sono molto conosciute le sue case unifamiliari, come casa Snider a Verscio (1965-66), casa Kalmann a Brione sopra Minusio (1974-76) e Casa Bianchetti a Locarno (1975-77).

Dimostra un profondo interesse per l’analisi storica e morfologica del sito, tanto da considerarla spesso fattore determinante per il progetto. Neorazionalista e amante del calcestruzzo armato pensato in linee austere, si è spesso anche dedicato a restauri di monumenti, tra cui il Santuario della Madonna del Sasso e a Monte Carasso la zona monumentale con la completa riqualificazione dell’antico convento. Numerose sono le mostre a lui dedicate in ambito europeo ed extraeuropeo, così come le conferenze ed i seminari tenuti presso le più prestigiose facoltà del mondo. Ha insegnato presso la Facoltà di Architettura di Alghero - Università degli Studi di Sassari, dalla quale ha ricevuto il 24 luglio 2007 la laurea honoris causa in Architettura. Nel 1993 Luigi Snozzi ha vinto i premi “Beton”, “Wakker” ed il “Prince of Wales” per il progetto di Monte Carasso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Teatro e Musei sotto esame a Bellinzona

    Cultura

    La minoranza della Commissione della Gestione, formata da Lega e UDC, chiede un approccio maggiormente dinamico e trasparente nella conduzione operativa dei due enti autonomi

  • 2

    Le direttive del pg verranno pubblicate

    giustizia

    In futuro, documenti quali istruzioni, regolamenti di servizio e circolari saranno resi accessibili «ponderando gli interessi pubblici e privati» e in base alla competenza discrezionale del Ministero pubblico – Una richiesta in tal senso era stata avanzata in una mozione del PLR

  • 3

    I segreti dell’ex asilo Ciani

    Lugano

    A metter mano agli edifici storici non mancano le sorprese, o i grattacapi: non fa eccezione l’ex asilo Ciani, che la Città sta ristrutturando ormai da qualche tempo - Coinvolto l’Ufficio dei beni culturali per decidere il colore delle facciate, e ora c’è da rinforzare un lucernario molto particolare

  • 4
  • 5

    Promessa mantenuta: il negozietto riapre

    Castel San Pietro

    Il commercio in centro paese chiuso all’improvviso a inizio maggio riprende l’attività lunedì - Il Comune reputa il servizio indispensabile e si è adoperato per trovare dei nuovi gerenti - La sindaca Alessia Ponti: «Questa è anche una sorta di promessa sociale alla comunità»

  • 1
  • 1