«Semi e piantine sono beni di prima necessità»

Pandemia

I Verdi del Ticino a sostegno degli orticoltori locali durante l’emergenza coronavirus: «Assurdo trovare verdure provenienti da Spagna o Olanda e non i prodotti dei vivaisti svizzeri»

 «Semi e piantine sono beni di prima necessità»
©Shutterstock

«Semi e piantine sono beni di prima necessità»

©Shutterstock

I Verdi del Ticino a sostegno degli orticoltori locali chiedono alle autorità di riconoscere semi e piantine come beni di prima necessità durante l’emergenza coronavirus. In un comunicato stampa del partito si legge: «I Verdi hanno sempre dato molto valore all’autoproduzione alimentare (da realizzarsi, ovviamente, in forme rispettose dell’ambiente). A maggior ragione nel periodo di crisi come questo, promuovere l’orticoltura locale è molto importante. Sementi e piantine da orto sono da ritenersi, in questo senso, beni di prima necessità, come giustamente rileva una petizione lanciata dal granconsigliere verde di Neuchâtel Laurent Debrot. È assurdo che si possano comperare, nei grandi magazzini, verdure prodotte in Spagna o in Olanda e non si possano invece comperare i semi e le piantine che molti piccoli orticoltori-vivaisti svizzeri hanno preparato per la primavera. In mancanza di un possibile smercio si vedono ora costretti a distruggerle: una rilevante perdita economica per loro e uno spreco insensato per noi. È una scelta che danneggia i produttori locali e che impedisce a molti cittadini-orticoltori di contribuire al proprio autosostentamento alimentare, nonché a una maggiore autosufficienza del paese. Sarebbe certamente possibile permettere la produzione, la vendita e l’acquisto di semi e piantine da orto in piccoli mercati nel rispetto delle stesse precauzioni di sicurezza (norme di igiene accresciute e distanza sociale) che vengono ora applicate nelle attività produttive ritenute fondamentali, nei negozi di alimentari, nelle farmacie o nelle edicole. Va poi sottolineato, in questo periodo di isolamento forzato, che l’orticoltura amatoriale contribuisce anche all’equilibrio personale e a un positivo rapporto con l’ambiente circostante. I Verdi del Ticino fanno quindi appello alle autorità affinché riconoscano, tra i beni di prima necessità, anche semi e piantine».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Opere pubbliche bellinzonesi, in CC c’è chi frena

    Legislativo

    L’MPS e i due fuoriusciti leghisti vogliono vederci chiaro sulla questione dei sorpassi di spesa prima di accogliere ulteriori crediti - La maggioranza ha comunque approvato gli investimenti al Bagno pubblico e per l’ammodernamento della sala del Legislativo - Si prosegue domani sera con altri importanti dossier

  • 2

    Uniti nel dolore, per uscirne più forti

    BELLINZONA

    Via libera del Consiglio comunale, in seduta extra muros a Sementina, alla costituzione del fondo da un milione di franchi per sostenere le attività economiche colpite dal coronavirus - Il capodicastero Finanze e economia Mauro Minotti: «Non pensiamo solo ai commerci»

  • 3

    Bellinzona, un Consiglio comunale a distanza di sicurezza

    Seduta

    Il Legislativo è riunito eccezionalmente alla palestra di Sementina dove gli ampi spazi permettono l’applicazione delle misure anti contagio - Banchi singoli ad almeno due metri, disinfettante per le mani a disposizione così come le mascherine indossate da soli due membri - Bocciata la proposta di dibattere il tema delle numerose vittime in casa anziani - LE FOTO

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1