«Semkì per ascoltarvi: diteci cosa vi serve»

Locarno

Entra nel vivo la prima portineria di quartiere che sarà aperta in città dall’Associazione Rusca e Saleggi – Durante il mese di marzo previsti incontri per capire le esigenze e le disponibilità degli abitanti e per trovare operatori (con invito speciale ai candidati alle elezioni)

«Semkì per ascoltarvi: diteci cosa vi serve»
Gli incontri per il sondaggio si svolgeranno alla residenza intergenerazionale PerSempre, dove avrà pure sede la nuova portineria di quartiere. ©CdT/Chiara Zocchetti

«Semkì per ascoltarvi: diteci cosa vi serve»

Gli incontri per il sondaggio si svolgeranno alla residenza intergenerazionale PerSempre, dove avrà pure sede la nuova portineria di quartiere. ©CdT/Chiara Zocchetti

Semkì (siamo qui, in dialetto ticinese) per ascoltarvi. Cari abitanti, diteci che cosa vi serve e cosa vi aspettate». È l’invito che l’Associazione Rusca e Saleggi (AQSR) di Locarno sta rivolgendo a numerosi potenziali interessati, annunciando l’entrata nel vivo del progetto che porterà all’apertura della prima portineria di quartiere della città. Semkì, appunto, il nome scelto per l’inedito servizio, il cui obiettivo è quello di partire dal basso. Di rispondere, cioè, alle effettive esigenze degli abitanti del comparto. «Ma – spiega al Corriere del Ticino Rosanna Camponovo, presidente dell’associazione locarnese di quartiere – per farlo dobbiamo conoscerle tali esigenze». Da qui il primo passo concreto che sta per prendere avvio. E che permetterà anche di scoprire quella che, con tutta probabilità,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1