Lutto

Si è spenta Renata Broggini

La storica scrittrice ticinese era originaria di Losone - Appassionata e curiosa, ha fatto della storia e della conoscenza un mestiere

Si è spenta Renata Broggini
La scrittrice era interessata in particolare al periodo della Seconda guerra mondiale, ricercando le vicende legate ai profughi italiani in Svizzera e al passaggio degli ebrei attraverso i valichi ticinesi.

Si è spenta Renata Broggini

La scrittrice era interessata in particolare al periodo della Seconda guerra mondiale, ricercando le vicende legate ai profughi italiani in Svizzera e al passaggio degli ebrei attraverso i valichi ticinesi.

Locarno - Si è spenta la scorsa notte la storica e scrittrice ticinese Renata Broggini. Originaria di Losone, nata a Locarno il 25 novembre 1932, sorella dello storico Romano, dopo la formazione alla Scuola Magistrale di Locarno, si è laureata all’università di Pavia nel 1975 con una tesi dal titolo Momenti del pensiero politico italiano: il foglio “Libertà”, Bellinzona 1944-1945. Da sempre appassionata e curiosa, ha fatto della storia e della conoscenza un mestiere. Si è interessata in particolare al periodo della Seconda guerra mondiale, ricercando le vicende legate ai profughi italiani in Svizzera e al passaggio degli ebrei attraverso i valichi ticinesi.

Ha scritto e curato numerose pubblicazioni: Terra d’asilo. I rifugiati italiani in Svizzera 1943-1945 (il Mulino, 1993), La frontiera della speranza. Gli ebrei dall’Italia verso la Svizzera 1943-1945 (Mondadori, 1998), Passaggio in Svizzera. L’anno nascosto di Indro Montanelli 1944-1945 (Feltrinelli, 2007).

Si è occupata anche della figura di Franco Brenni, con il volume Franco Brenni – Un diplomatico ticinese nelle sfide del XX secolo (Hoepli, 2013). O ancora ha raccolto e curato l’edizione degli scritti politici del filologo Gianfranco Contini in Pagine ticinesi di Gianfranco Contini (Salvioni, Bellinzona 1986) e ha curato il volume Eugenio Balzan (1874-1953): una vita per il “Corriere”, un progetto per l’umanità (RCS Libri, 2001).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
    lutto

    Addio a Bruno Beyeler

    Già giocatore, capitano e vice-presidente del FC Lugano, è stato stroncato da un infarto che lo ha colpito qualche giorno fa

  • 2
  • 3
    Radiotelevisione

    CORSI, solo il PS arretra

    L’assemblea dei soci rinnova le cariche del Consiglio regionale e del Consiglio del pubblico: PLR e PPD mantengono le proprie sedie, i socialisti ne perde una - Escluso Germano Mattei - Luigi Pedrazzini e Nicola Pini i più votati - Il documento programmatico non scalda gli animi

  • 4
    Riconoscimento

    Bellinzona diventa una «Fair Trade Town»

    La capitale del Ticino è stata premiata per il suo impegno nel settore del commercio equo, con il supporto di aziende, ristoranti, scuole, case per anziani e altri istituti comunali

  • 5
  • 1