Soggiorni in Ticino? Dimostra di essere covid-free

turismo e pandemia

La possibilità di richiedere un test che certifichi la negatività al virus potrebbe interessare agli albergatori del nostro cantone che si appresta ad accogliere turisti d’Oltregottardo

Soggiorni in Ticino? Dimostra di essere covid-free
© CdT/Gabriele Putzu

Soggiorni in Ticino? Dimostra di essere covid-free

© CdT/Gabriele Putzu

Confrontate con la pandemia, diverse strutture alberghiere italiane hanno introdotto l’obbligo di presentare un certificato che attesti la negatività al virus. I clienti devono esibire un test COVID effettuato non più tardi di 72 ore prima di accomodarsi nelle loro camere. Una misura introdotta per arginare la diffusione del coronavirus che potrebbe forse piacere anche al Ticino che si appresta ad accogliere i turisti d’Oltregottardo.

La Pasqua si annuncia all’insegna del tutto esaurito. Mentre albergatori e titolari dei camping gioiscono, il resto dei ticinesi non dorme sonni tranquilli. La preoccupazione è comprensibile. Un anno fa il nostro Cantone veniva travolto dalla prima ondata della pandemia, più dolorosa rispetto a quella vissuta dalla Svizzera interna. Uno scenario da incubo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1