Suter: «Soddisfatti, sì, ma non al 100%»

Ristorazione

Il presidente di GastroTicino saluta positivamente le risposte in materia di aiuti

Suter: «Soddisfatti, sì, ma non al 100%»
© CdT/Chiara Zocchetti

Suter: «Soddisfatti, sì, ma non al 100%»

© CdT/Chiara Zocchetti

Massimo Suter, presidente di GastroTicino, ai microfoni di TeleTicino si dice sollevato delle decisioni prese: «Aiuteranno parecchi nostri associati a coprire una parte di costi fissi, l’unica cosa che stride un attimino è il mantenimento della soglia del 40% per i casi di rigore per quelle attività che non hanno dovuto chiudere, penso nello specifico all’alberghiera. Speravamo di ottenere qualcosa in più ma speriamo che il Consiglio federale torni su quella decisione». Le chiusure annunciate oggi da Berna sono sufficienti? «Non sono esperto in materia, non spetta a me decidere. È chiaro che la situazione, finora, non era soddisfacente ed era altamente paradossale. Si pone fine ad una situazione incomprensibile. Resta aperta la questione delle stazioni sciistiche: a questo punto, allora, le terrazze esterne dei ristoranti o le piazze delle nostre città potevano accogliere la clientela in sicurezza. Ma noi, oggi, volevamo risposte chiare circa gli aiuti. Risposte che non ci accontentano al 100% ma va bene così».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Una matassa da sbrogliare sul congedo parentale

    Politica

    La norma approvata dal Parlamento continua a far discutere: c’è grande incertezza giuridica sulla sua applicazione poiché potrebbe non essere conforme al diritto superiore - Il Giura lo scorso anno ha depositato un’iniziativa alle Camere federali per chiedere di concedere ai Cantoni la competenza in materia

  • 3

    Finalmente una rotonda alla Migros di Taverne

    Mobilità

    Inizieranno a breve i lavori sulla strada cantonale - Si vuole sistemare una volta per tutte la viabilità - Il ponte sul Vedeggio sarà pronto in maggio e il Comune continua a sperare in una nuova fermata ferroviaria alla Riseria

  • 4

    «Test in azienda per tutti, non solo sui frontalieri»

    pandemia

    Il direttore di AITI Stefano Modenini si dice favorevole ad aumentare i tamponi rapidi sui lavoratori, ma respinge l’ipotesi di un controllo sistematico al confine: «Si rischia di paralizzare il cantone, creando tensioni con l’Italia»

  • 5

    I ricorsi e il mistero del rogo di pneumatici

    Mendrisio

    Proprietario del terreno e società di smaltimento si sono rivolti al Consiglio di Stato per opporsi alla decisione del Municipio di accogliere altre gomme da riciclare - Si attendono rivelazioni dall’inchiesta aperta per capire se l’incendio è stato doloso oppure no

  • 1
  • 1