Test «fai da te» in Ticino: un debutto positivo e senza affollamenti

La giornata

Abbiamo parlato con alcuni farmacisti del cantone per fare un bilancio dopo il primo giorno di distribuzione del kit per l’autodiagnosi: «L’appello alla pazienza è stato ascoltato»

Test «fai da te» in Ticino: un debutto positivo e senza affollamenti
© Keystone/Gaetan Bally

Test «fai da te» in Ticino: un debutto positivo e senza affollamenti

© Keystone/Gaetan Bally

È iniziata oggi la distribuzione dei kit per l’autodiagnosi della COVID-19, i cosiddetti test «fai da te». Da utilizzare esclusivamente in assenza di sintomi e prima di eventi per i quali non è previsto l’incontro con persone a rischio, gli autotest portano con sé tutta una serie di direttive da seguire alla lettera affinché ne sia fatto un uso efficace: una responsabilità che viene affidata al cittadino.

Il debutto del kit è stato positivo: numerosi, infatti, coloro che si sono presentati con il proprio tesserino della cassa malati, necessario per ottenere fino a cinque test sull’arco di trenta giorni. Si è potuto evitare, inoltre, l’assalto alle farmacie che si temeva nelle scorse settimane: la distribuzione dei test autodiagnostici si è potuta tenere senza la nascita di grandi affollamenti....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    Quando a vincere non è (solo) un partito

    Le tendenze cantonali

    Schede senza intestazione da record: nella capitale superano addirittura tutti i partiti - Cresce il numero delle donne elette - In termini di seggi negli Esecutivi avanzano PS/Verdi e PLR, mentre registrano una flessione PPD e Lega

  • 4

    Equilibrio a Chiasso ma c’è chi voleva di più

    Dalle urne

    Municipio fotocopia nella cittadina, con il PLR che piazza i suoi due uscenti davanti a tutti - Chi sperava nel raddoppio è rimasto deluso - Il divario tra Arrigoni e Pantani Tettamanti sembra troppo ampio per immaginare una votazione per il sindaco

  • 5

    Il forte cambia bandiera

    Mendrisio

    Dopo aver strappato il sindacato nel 2018, il PLR si prende anche la maggioranza relativa in Municipio - Per i vincitori ha premiato l’aver puntato, una decina d’anni or sono, sul rinnovamento dei candidati - Il PPD ammette la sconfitta: «È arrivato il momento di ricominciare da zero, con una squadra di giovani»

  • 1
  • 1