«Test in azienda per tutti, non solo sui frontalieri»

pandemia

Il direttore di AITI Stefano Modenini si dice favorevole ad aumentare i tamponi rapidi sui lavoratori, ma respinge l’ipotesi di un controllo sistematico al confine: «Si rischia di paralizzare il cantone, creando tensioni con l’Italia»

«Test in azienda per tutti, non solo sui frontalieri»
© CdT/Gabriele Putzu

«Test in azienda per tutti, non solo sui frontalieri»

© CdT/Gabriele Putzu

«Se si vogliono introdurre i test a tappeto, questi dovrebbero essere effettuati su tutti i lavoratori, non certamente solo sui frontalieri». Stefano Modenini, direttore di AITI (Associazione industrie ticinesi), commenta così la richiesta dei principali partiti svizzeri di aumentare i controlli ai valichi e di incrementare lo screening nelle aziende. Una richiesta sulla quale il Consiglio federale potrebbe essere chiamato a esprimersi già oggi. «Le aziende - chiarisce Modenini - di principio non sono contrarie all’introduzione dei test più o meno estesi, che tra l’altro vengono già effettuati autonomamente in diverse imprese. È nel nostro interesse, infatti, che il personale rimanga in salute e disponibile ad andare a lavorare. Con l’arrivo delle varianti del coronavirus, inoltre, poter implementare...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    «Dati contraddittori, serve un approfondimento»

    Lavoro

    Stefano Rizzi, direttore della Divisione dell’economia, sugli occupati in Ticino: «Difficile dare un’interpretazione» – Nel quarto trimestre il numero di posti nel cantone è diminuito del 4,4% mentre i lavoratori residenti all’estero su base annua sono aumentati dello 0,8% a 70.115 – Il trend diverso è in parte spiegabile con le differenti metodologie di calcolo delle statistiche

  • 3

    Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

    Novazzano

    Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

  • 4

    «I castelli sono una gemma, e non chiamateli “Fortezza”»

    Bellinzona

    Commissione della Gestione compatta per la valorizzazione del patrimonio Unesco, la denominazione scelta però non convince - Promosso anche il Programma d’azione comunale che ridisegna il territorio da qui al 2040: «Mette i quartieri sullo stesso piano»

  • 5
  • 1
  • 1