Ticino maglia nera per la crescita delle aziende

svizzera

Il nostro cantone quello che ha registrato la crescita minore di aziende sul proprio territorio

Ticino maglia nera per la crescita delle aziende
© archivio cdt

Ticino maglia nera per la crescita delle aziende

© archivio cdt

CRIF SA ha analizzato l’andamento del numero di aziende nel 2020. Nonostante la pandemia da coronavirus, il numero di aziende in Svizzera è aumentato del 2,8%, a fronte del 2,3% nel 2019. Una crescita riconducibile a un incremento del 5% nella costituzione di nuove aziende. Al contempo vi è stato l’8,3% di cancellazioni in meno rispetto al 2019, che a sua volta aveva visto il 12,7% di cancellazioni in più rispetto al 2018.


La maggiore crescita netta si registra nel Canton Appenzello Interno con il 5,3%, seguito dai Cantoni Lucerna con il 3,7%, Zugo e Friburgo, ciascuno con il 3,5%. Con il 2,7% di crescita, il Canton Zurigo – economicamente solido – si attesta al di sotto della media nazionale. A registrare la crescita minore sono il Canton Ticino con lo 0,9% e il Cantone di Sciaffusa con l’1,0%.


Nonostante le nuove aziende siano aumentate di 2226 unità in tutta la Svizzera, alcuni cantoni registrano un calo rispetto all’anno precedente: Sciaffusa segna una flessione del -12,3%, il Ticino del -10,7%, Uri del -5,7% e Vaud del -4,7%. Il maggior numero di nuove registrazioni è avvenuto nei Cantoni di Zurigo (8’430), Vaud (4’434) e Ginevra (3’871).

Se si osservano i singoli settori, il commercio al dettaglio (3’783) registra il maggior numero di costituzioni, con un incremento del 18,5% rispetto all’anno precedente. Persino il settore dei servizi di ristorazione, fortemente colpito dalle misure per il contenimento della pandemia, registra 158 nuove costituzioni in più rispetto all’anno precedente, pari a un aumento del 7%.

Gli studi di architettura hanno invece segnato 224 nuove costituzioni in meno, pari a una flessione del 15,4%.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1