Truffatore rinviato a giudizio

Per il 50enne svizzero ipotizzati diversi reati nell'ambito della sua attività di meccanico

LUGANO - Il Ministero Pubblico segnala che la Procuratrice Fiorenza Bergomi ha rinviato a giudizio dinnanzi alla Corte delle Assise correzionali di Lugano un cittadino svizzero di 50 anni residente all'estero. Nei suoi confronti si ipotizzano diversi reati che sarebbero stati compiuti fra il 2008 e il 2014 nell'ambito della sua attività di meccanico d'auto e venditore di veicoli, per un ammontare di alcune decine di migliaia di franchi: appropriazione indebita ripetuta, truffa aggravata (ma anche complicità in truffa), falsità in documenti ripetuta, guida senza autorizzazione. L'uomo è stato in carcerazione preventiva per due mesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1