Tutto pronto per l’apertura del Centro di vaccinazione della Città di Bellinzona

pandemia

Venerdì l’aula magna delle Scuole Nord di Bellinzona accoglierà gli anziani che si sono annunciati negli scorsi giorni per farsi somministrare il vaccino

Tutto pronto per l’apertura del Centro di vaccinazione della Città di Bellinzona
© CdT / Putzu

Tutto pronto per l’apertura del Centro di vaccinazione della Città di Bellinzona

© CdT / Putzu

Nell’ambito della campagna di vaccinazione anti Covid-19 avviata a inizio mese dal Cantone, la Città di Bellinzona ha allestito un Centro di prossimità per accogliere in una prima fase i cittadini con più di 80 anni (nati nel 1940 o prima) e gli eventuali coniugi o conviventi over 75 che devono sottoporsi alla vaccinazione e che non lo hanno ancora fatto nei centri cantonali di Rivera, Tesserete e Ascona (e nei quali nel frattempo la disponibilità si è esaurita). A partire da venerdÌ 22 gennaio l’aula magna delle Scuole Nord di Bellinzona accoglierà gli anziani che si sono annunciati negli scorsi giorni e che sono stati ricontattati telefonicamente dall’Amministrazione comunale per ricevere un appuntamento. Per accedere al Centro è dunque necessario essere già in possesso dell’informazione sull’orario stabilito dalla Città. Vi saranno accolti anche gli anziani di S. Antonino.

Sul posto saranno operativi alcuni medici della regione, individuati tra coloro che si sono messi a disposizione, supportati dal personale della Croce Verde di Bellinzona e dai militi della Protezione civile. Contemporaneamente saranno attive tre postazioni che permetteranno ognuna di effettuare una vaccinazione ogni 15 minuti, per un totale di un centinaio al giorno.


Il Centro rimarrà aperto nella giornata di venerdÌ (ore 9-12.30 e 13.30-18), sabato e domenica (entrambi i giorni ore 8-12.30 e 13.30-18). A dipendenza della disponibilità del vaccino Moderna che verrà fornito alla Città, i turni di vaccinazione potrebbero continuare anche durante le giornate successive. Dopo la prima iniezione, sarà dato direttamente sul posto un appuntamento per il richiamo da effettuare a 28 giorni di distanza. Gli anziani che rientrano nella fascia d’età aperta al vaccino ma che non si sono ancora annunciati, possono chiamare gli sportelli dei Quartiere e saranno inserito nella lista in attesa delle successive forniture del preparato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Cala il sipario sul caso Tusculum

    Sentenza

    Condannati l’ex direttore e l’ex vicedirettrice per malversazioni milionarie durate oltre un decennio: tre anni a lui, 2 anni e 4 mesi a lei

  • 3

    Smog: revocate le limitazioni al traffico

    Ambiente

    A partire dalle 13.30 di oggi revocate le misure introdotte sulla rete autostradale A2 a sud della galleria del monte Ceneri e sulla semiautostrada A394 Mendrisio - Stabio

  • 4

    Arresti confermati, ma manca sempre l’arma

    GIUDIZIARIA

    Rissa a Giubiasco: i sei partecipanti restano dietro le sbarre - Gli inquirenti stanno sempre cercando l’oggetto contundente con il quale è stato ferito un 21.enne e devono inoltre chiarire dinamica e movente del grave fatto avvenuto mercoledì scorso nei pressi della stazione ferroviaria

  • 5

    Scuola, abbiamo un problema

    IL CASO

    Tornare sui banchi a settembre, dopo l’insegnamento a distanza, è stato più difficile del previsto: rispetto alla media degli ultimi anni, infatti, i voti negativi del medio superiore sono in aumento

  • 1
  • 1