Un grande grazie a oltre 50 mila familiari curanti

Salute

Ricorre oggi la giornata cantonale dedicata a coloro che quotidianamente si occupano dei loro cari - «Profondo riconoscimento» dal DSS

Un grande grazie a oltre 50 mila familiari curanti
© CdT/ Chiara Zocchetti

Un grande grazie a oltre 50 mila familiari curanti

© CdT/ Chiara Zocchetti

Si celebra oggi, venerdì 30 ottobre, la giornata cantonale dei familiari curanti. In Ticino, si stima che le persone che regolarmente dedicano del tempo per aiutare un proprio caro siano oltre 50mila. In un anno decisamente particolare, segnato dalla presenza del coronavirus, il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) ha voluto esprimere a queste persone un «profondo riconoscimento» per l’importante lavoro svolto. La pandemia, scrive il DSS, «ha certamente stravolto le le vite e le abitudini di tutti noi, ma ha altresì fatto emergere un formidabile spirito di solidarietà intergenerazionale e inter-familiare. Durante questo periodo, che ha visto molte persone divenire familiari curanti, la comunità si è attivata per far fronte alla limitazione di alcune delle principali offerte di sostegno alle persone malate, disabili o in perdita di autonomia».

Hanno confermato di essere una risorsa inestimabile per la nostra società

Insomma, aggiunge il Dipartimento diretto da Raffaele De Rosa, «ancora una volta i familiari curanti hanno confermato di essere una risorsa inestimabile per la nostra società, adattandosi a circostanze imprevedibili e continuando ad aiutare, curare, accompagnare e sostenere i loro cari, nonostante le numerose difficoltà». In occasione dell’edizione 2020, considerata la particolare situazione, il DSS ha quindi deciso di promuovere delle iniziative di informazione e sensibilizzazione nello spirito del ormai noto motto «Distanti ma vicini».

Attivata la Infoline
In particolare, da oggi fino al 13 novembre, è stata attivata una «Infoline familiari curanti» (al numero 0800 210 310), tramite la quale tutti i familiari curanti, ma anche i professionisti del settore sociosanitario e le persone interessate al tema, potranno beneficiare di un servizio gratuito di informazione e orientamento.

È inoltre prevista la pubblicazione di un opuscolo informativo nel quale è presente una raccolta di preziose esperienze di vita legate all’accudimento e all’accompagnamento dei propri cari, a cui si aggiungono dei consigli per affrontare le sfide e godere delle opportunità date da questo percorso, difficile e arricchente allo stesso tempo. L’opuscolo può essere scaricato oppure ordinato gratuitamente presso la Divisione dell’azione sociale e delle famiglie (Viale Officina 6, 6501 Bellinzona, oppure anche via email all’indirizzo familiaricuranti@ti.ch).

Infine, in questi giorni sul sito www.ti.ch/familiaricuranti e sul canale Youtube del Cantone vengono pubblicate otto video-testimonianze (vedi video sotto) di persone che si occupano dei propri cari.

Una delle video testimonianze pubblicate dal DECS
Una delle video testimonianze pubblicate dal DECS
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1