Un intenso colpo di coda dell’estate

Meteo

Le temperature di settembre, malgrado un inizio quasi invernale, sono superiori alla media - È però finalmente in arrivo un po’ d’aria fresca, ma la situazione in montagna preoccupa

Un intenso colpo di coda dell’estate
© CDT/Zocchetti

Un intenso colpo di coda dell’estate

© CDT/Zocchetti

Viste le calde giornate di queste ultime settimane, è forse difficile ricordare che, la notte tra il 5 e il 6 di questo mese, siamo passati in poche ore dall’estate all’inverno: i fiocchi di neve, in quelle ore, sono caduti copiosi in montagna, dove sui passi alpini la coltre bianca ha raggiunto i 40 centimetri. Tuttavia, come ci conferma Luca Nisi di MeteoSvizzera, «si è trattato di un fenomeno ben limitato nel tempo». In realtà le temperature di questo mese sono bel al di sopra delle medie registrate negli scorsi decenni: «Nelle scorse giornate abbiamo registrato temperature giornaliere superiori alla norma di 5-6 gradi in pianura e di 7-8 in montagna», ci spiega Nisi. Il cosiddetto colpo di coda dell’estate, precisa il nostro interlocutore, «è particolarmente intenso specialmente a quote elevate».

Per gli amanti del clima autunnale, però, da MeteoSvizzera ci confermano che in questi giorni è previsto l’arrivo di aria un po’ più fresca a basse quote. Malgrado ciò, sottolinea Nisi, «si creerà una forte inversione termica e di conseguenza in montagna le temperature rimarranno bel al di sopra della norma, con un isoterma intorno ai 3.700/4.000 metri: si tratta di valori importanti - evidenzia Nisi – soprattutto perché persistenti nel tempo e non limitati a singole giornate». A Luca Nisi abbiamo anche chiesto un breve riassunto della stagione estiva, anch’essa, ci conferma, caratterizzata da temperature al di sopra delle media di riferimento: «Rispetto al periodo 1981-2010, a sud delle Alpi a giugno abbiamo registrato circa 2,5 gradi sopra la media mensile; una tendenza confermata anche per i mesi di luglio (+2) e agosto (+1,5). Tre mesi, dunque, con temperature sopra la media, che hanno seguito il mese di maggio, l’unico di quest’anno ad aver registrato una media inferiore alla media. Anche il numero di giornate e notti tropicali – conclude Nisi – malgrado non si tratti di un record, rispecchia la tendenza al rialzo di questi ultimi anni».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Altro che virus e distanze, i partiti son tutti... vicinissimi

    Bellinzona

    La destra che non molla la presa sui sorpassi di spesa e la non ricandidatura di Christian Paglia alle elezioni del 2021 hanno lanciato la campagna - Il PLR con solo un uscente su tre deve difendersi dal PS e da Lega e UDC - Nel mezzo PPD, Verdi e MPS

  • 2

    Prende forma il futuro delle funivie centovalline

    Concorso

    Il progetto «Umbrela» dell’architetto Francesco Buzzi si aggiudica il concorso per la Verdasio-Rasa – Il rinnovo completo delle strutture comporta un investimento di 11,7 milioni di franchi – L’iter rallentato dal coronavirus

  • 3

    «Frontalieri da limitare nel settore sanitario»

    Coronavirus

    Per il gruppo liberale radicale Maristella Polli presenta una mozione volta a potenziare e rendere più attrattiva la professione di infermiere nel nostro cantone - «Nei reparti ospedalieri non venga superata la soglia del 20% di manodopera estera»

  • 4

    A 50 anni dall’ultima corsa della Lugano-Cadro-Dino

    Storia

    Il 30 maggio 1970 veniva smantellata la ferrovia, le cui tracce sono ancora ben visibili sul territorio - L’anniversario è un’ottima occasione per riflettere sul passato e sulla scelta di sopprimere i tram, che ora torneranno a suon di milioni

  • 5

    La strategia di Chiasso per la ripartenza

    Post pandemia

    Chiesto un credito quadro di oltre 2 milioni per contrastare gli effetti negativi del coronavirus e sostenere popolazione ed economia – Tra rilancio digitale e sostegno alle aziende,
    molte le ricette proposte, tra cui una serie di interventi a titolo di investimento per 1,35 milioni di franchi

  • 1
  • 1