Un intenso colpo di coda dell’estate

Meteo

Le temperature di settembre, malgrado un inizio quasi invernale, sono superiori alla media - È però finalmente in arrivo un po’ d’aria fresca, ma la situazione in montagna preoccupa

Un intenso colpo di coda dell’estate
© CDT/Zocchetti

Un intenso colpo di coda dell’estate

© CDT/Zocchetti

Viste le calde giornate di queste ultime settimane, è forse difficile ricordare che, la notte tra il 5 e il 6 di questo mese, siamo passati in poche ore dall’estate all’inverno: i fiocchi di neve, in quelle ore, sono caduti copiosi in montagna, dove sui passi alpini la coltre bianca ha raggiunto i 40 centimetri. Tuttavia, come ci conferma Luca Nisi di MeteoSvizzera, «si è trattato di un fenomeno ben limitato nel tempo». In realtà le temperature di questo mese sono bel al di sopra delle medie registrate negli scorsi decenni: «Nelle scorse giornate abbiamo registrato temperature giornaliere superiori alla norma di 5-6 gradi in pianura e di 7-8 in montagna», ci spiega Nisi. Il cosiddetto colpo di coda dell’estate, precisa il nostro interlocutore, «è particolarmente intenso specialmente a quote elevate».

Per gli amanti del clima autunnale, però, da MeteoSvizzera ci confermano che in questi giorni è previsto l’arrivo di aria un po’ più fresca a basse quote. Malgrado ciò, sottolinea Nisi, «si creerà una forte inversione termica e di conseguenza in montagna le temperature rimarranno bel al di sopra della norma, con un isoterma intorno ai 3.700/4.000 metri: si tratta di valori importanti - evidenzia Nisi – soprattutto perché persistenti nel tempo e non limitati a singole giornate». A Luca Nisi abbiamo anche chiesto un breve riassunto della stagione estiva, anch’essa, ci conferma, caratterizzata da temperature al di sopra delle media di riferimento: «Rispetto al periodo 1981-2010, a sud delle Alpi a giugno abbiamo registrato circa 2,5 gradi sopra la media mensile; una tendenza confermata anche per i mesi di luglio (+2) e agosto (+1,5). Tre mesi, dunque, con temperature sopra la media, che hanno seguito il mese di maggio, l’unico di quest’anno ad aver registrato una media inferiore alla media. Anche il numero di giornate e notti tropicali – conclude Nisi – malgrado non si tratti di un record, rispecchia la tendenza al rialzo di questi ultimi anni».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    «Non c’è motivo di preoccuparsi»

    AMIANTO

    Asbesto alle Officine FFS di Bellinzona, nel perimetro del complesso è presente anche il laboratorio della Fondazione Diamante - La direttrice: «Quando abbiamo iniziato le FFS avevano già implementato le misure di sicurezza»

  • 3

    Ancora poche donne nei dicasteri di Lugano

    Parità dei sessi

    Il Municipio rende note le cifre della presenza femminile - Il gentil sesso è in minoranza ovunque tranne che nel Dicastero Formazione, Socialità e Sostegno

  • 4
  • 5

    «Così ci occupiamo del cuore dei ticinesi»

    Salute

    In occasione della giornata mondiale dell’arresto cardiaco, la Fondazione Ticino Cuore ha presentato diverse novità e dati chiave del territorio ticinese - Del Bufalo subentra a Mauri alla presidenza

  • 1
  • 1