Vaccinazione, a che punto siamo in Ticino?

Coronavirus

Con Giovan Maria Zanini, farmacista cantonale, abbiamo fatto il punto della situazione nel nostro Cantone

Vaccinazione, a che punto siamo in Ticino?
© CdT/Gabriele Putzu

Vaccinazione, a che punto siamo in Ticino?

© CdT/Gabriele Putzu

La campagna di vaccinazione nel nostro Paese è ufficialmente partita lo scorso 4 gennaio. Abbiamo chiesto al farmacista cantonale Giovan Maria Zanini (nella foto sotto) un primo bilancio per il Ticino, anche in vista dell’arrivo del nuovo vaccino di Moderna omologato oggi dall’Agenzia europea del farmaco, l’EMA.

Quante persone sono state vaccinate?

«Al momento sono state vaccinate 3900 persone. Domani mattina consegneremo le ultime 975 dosi della prima fornitura. Entro sera saranno tutte somministrate. E questa è la prima fornitura che il Ticino ha ricevuto dalla Confederazione per un complessivo di 4875 dosi. Nel frattempo, a Berna, è già arrivata la seconda fornitura che per il Ticino corrisponde a 5850 dosi. L’ordine è partito negli scorsi giorni. Arriveranno in Ticino oggi. Venerdì inizierà la distribuzione nelle case anziani dove la somministrazione del siero non è ancora avvenuta. La terza fornitura, invece, al momento è stata solo annunciata e dovrebbe cadere nella settimana che va dal 18 al 25 di gennaio. Dovrebbero essere ancora 5850 dosi. Al momento però mancano ancora le conferme sulla data e sul quantitativo esatto. Questa terza fornitura verrà impiegata nei tre centri di Rivera, Ascona e Tesserete per vaccinare gli over 85 che potranno accedervi».

Vaccinazione, a che punto siamo in Ticino?

Reazioni negative al vaccino ce ne sono state?

«Fino a martedì sera non ho ricevuto nessuna segnalazione, niente che non si conoscesse già e che va oltre il dolore al braccio dopo l’iniezione o disturbi di questo tipo».

L’approvazione di Moderna spingerà Swissmedic a raccorciare i tempi?

«L’approvazione di EMA non ha alcuna influenza sui tempi di Swissmedic che procederà indipendentemente con le sue analisi. L’omologazione in Svizzera arriverà comunque nei prossimi giorni, come da tabella di marcia».

L’arrivo di Moderna influirà sulla pianificazione cantonale?

«Abbiamo delle indicazioni generiche sui quantitativi che verranno consegnati dopo l’omologazione. Già nei giorni successivi alla certificazione del farmaco, in gennaio, arriveranno in Ticino circa 20 mila dosi. A febbraio, 40 mila dosi. Quindi l’arrivo di Moderna ci consentirà di aumentare in modo importante l’accesso al vaccino. Nei mesi successivi i quantitativi aumenteranno sensibilmente. Anche perché le pre-riservazioni della Confederazione con Moderna sono superiori a quelle concordate con Pfizer».

©EPA/Gary Coronado / POOL
©EPA/Gary Coronado / POOL

Il Cantone ha parlato di prima e seconda fase per la campagna di vaccinazione. Vogliamo fare un po’ di chiarezza?

La prima fase corrisponde al periodo di vaccinazione delle case anziani. Conformemente alle indicazioni della Confederazione siamo partiti da qui, dagli ospiti e dai collaboratori delle strutture. Questa fase in Ticino terminerà verso la metà di gennaio, quando tutti gli ospiti saranno vaccinati. In febbraio si replicherà con la seconda dose. Ciò che ci consente di dire che per la metà di febbraio il discorso case anziani sarà ultimato. La seconda fase, per contro, inizia con la vaccinazione degli over 85. Prima nel centro di Rivera (dal 12 gennaio) con le dosi rimanenti della seconda fornitura (circa 2500 dosi) e poi nei tre centri di Rivera, Ascona e Tesserete con la terza fornitura (circa 5850 dosi) per un complessivo di 8350 dosi.

Gli over 85 a domicilio in Ticino sono circa 11 600. Le dosi non saranno sufficienti...

Non tutti desidereranno vaccinarsi, ma è pur vero che le dosi che abbiamo a disposizione per questa fascia di età sono misurate. Per questo motivo abbiamo deciso di aprire la seconda fase di vaccinazione solo agli over 85. E non a fasce di età più basse, come per esempio ha fatto Zurigo che è scesa fino a 75 anni. Abbiamo deciso di agire in questo modo per limitare il più possibile la competizione tra anziani.

Come vanno le prenotazioni a Rivera?

Ieri sera, delle 2500 dosi inizialmente a disposizione, ne rimanevano ancora alcune decine. Il numero verde (0800 128 128) verrà quindi riattivato venerdì mattina alle 08.00.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1