Vini DOC diventano vini da tavola, ecco il bando di concorso

settore vitivinicolo

L’Interprofessione della vite e del vino ticinese apre la gara per il declassamento - La misura è in linea con la modifica dell’ordinanza voluta dal Consiglio federale per sostenere aziende e produttori

Vini DOC diventano vini da tavola, ecco il bando di concorso
©CdT/Archivio

Vini DOC diventano vini da tavola, ecco il bando di concorso

©CdT/Archivio

L’Interprofessione della vite e del vino ticinese (IVVT) apre il bando di concorso per il declassamento dei vini DOC a vini da tavola. La gara, in linea con l’ordinanza federale volta a sostenere finanziariamente i produttori di vino in difficoltà a causa delle conseguenze della pandemia da coronavirus, stando a una nota dell’organizzazione, si aprirà il 1. giugno.

Grazie al lavoro svolto dal presidente dell’Interprofessione svizzera Marco Romano, spiega in una nota l’IVVT, si è riusciti a richiedere che i 10 milioni di franchi messi a disposizione dal Consiglio federale, siano suddivisi in maniera equa tra i vari Cantoni mantenendo quindi «una suddivisione di spirito federalista». «Il nostro settore - si legge ancora nella nota - potrà quindi ottenere un importo massimo di 750.000 franchi. l’Interprofessione vuole sfruttare al massimo questa opportunità permettendo a tutte le aziende interessate di partecipare all'offerta».

Il modulo per l’inoltro delle offerte è disponibile sul sito Internet dell’UFAG. In un primo tempo, il bando sarà disponibile unicamente in francese. Le versioni in italiano e in tedesco delle FAQ saranno disponibili sul sito nel corso della settimana. Le offerte sono da inoltrare dal 1. ed entro, ma non oltre, il 19 giugno 2020 alle 23.59.

La direzione dell’Interprofessione rinnova l’invito a tutti gli interessati a contattarla per qualsiasi informazione «e soprattutto per pianificare al meglio la partecipazione al bando d'asta».

Il declassamento è valido unicamente su vini in cantina dalla vendemmia 2019 e annate più vecchie e declassate non prima del 1. aprile 2020 e per volumi minimi di 2.000 litri. Maggiori informazioni sul sito dell’interpofessione del vino e la vite ticinese: www.ivvt.ch.

Dieci milioni per il settore vitivinicolo elvetico

Dieci milioni di franchi, lo ricordiamo, è la somma concessa dal Consiglio federale al settore vitivinicolo elvetico in crisi a causa della chiusura di ritrovi e dell’annullamento di manifestazioni dovute alla pandemia di coronavirus. La misura prevede il declassamento dei vini DOC in vini da tavola, da utilizzare soprattutto per l’industria alimentare, e la riduzione delle rese.

La modifica della pertinente ordinanza, costituisce una misura di sgravio del mercato. Oltre al declassamento citato, prevede anche la riduzione delle rese massime da parte dei Cantoni per la vendemmia 2020.

2 franchi per litro

Il contributo federale per litro di vino DOC declassato ammonta a 2 franchi al massimo. Le aziende beneficiarie partecipano alla misura declassando i vini DOC.

Globalmente, il sostegno finanziario - che si aggiunge agli aiuti per la promozione dei vini svizzeri - ammonta a 10 milioni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Lugano, sì al consuntivo che è fieno in cascina

    Consiglio comunale

    Il bilancio si è chiuso con un avanzo di 6,7 milioni di franchi - Il buon risultato è stato dedicato a Maurizio Grassi, funzionario della Città da poco scomparso - Polemica sulle naturalizzazioni e la privacy, con il gruppo leghista che ha lasciato la sala

  • 2

    Le strade del Generoso avranno nuova vita

    Mendrisiotto

    Il Consiglio comunale del Borgo ha approvato questa sera la richiesta di credito per risanare un tratto di 5,5 chilometri sulle pendici del monte: la gestione passa a Castel San Pietro, sciolto il consorzio creato nel lontano 1973

  • 3

    Niente pesciolini quest’anno a Brusino Arsizio

    Sagra

    A causa del coronavirus salta uno degli eventi popolari più apprezzati della regione - Il Comitato sta valutando però la possibilità di organizzare una piccola manifestazione solo per gli abitanti del paese - LE FOTO

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1