Il consiglio

I giochi dei bambini
per trasferte leggere

I giochi dei bambini <br />per trasferte leggere
Giochi da fare usando fantasia, astuzia e memoria

I giochi dei bambini
per trasferte leggere

Giochi da fare usando fantasia, astuzia e memoria

«Mamma, papà, quanto manca?». Questo ritornello è familiare a moltissimi genitori che affrontano lunghi viaggi in macchina con i propri figli. I piccoli di casa, soprattutto se legati al seggiolino, finiscono per annoiarsi molto presto e, senza alcun gioco da fare, rischiano di trasformare il viaggio in un vero e proprio incubo. Per questo è molto utile avere sempre qualche passatempo a disposizione da proporre ai propri pargoli in base alla loro età.

Un’occasione per stimolare la creatività mentale
Un’occasione per stimolare la creatività mentale

Se videogiochi e tablet hanno ormai preso sempre il posto di pupazzetti e macchinine, il consiglio, però, è fare tutti assieme giochi con le parole, utilizzando fantasia, astuzia e memoria. Nella prima categoria ricadono il gioco dei contrari – in cui vince il primo che dice la parola opposta a quella pronunciata dal conducente – il gioco delle rime o quello della catena di parole – in cui, seguendo uno stesso ordine, si devono pronunciare parole che inizino con l’ultima sillaba di quella precedente.

I viaggi con i bambini possono essere anche un’ottima occasione per tenere viva la loro creatività e stimolare fantasia e memoria.

Per i più piccoli si può optare per il gioco del bastimento, in cui si inizia con la frase «arriva un bastimento carico carico di animali che...» e si dice o l’azione o il verso. Un altro passatempo è quello del «chi vede per primo»: che sia una macchina di un determinato colore, un campanile, un animale o una casa dalla tonalità particolare poco importa. Un grande classico è il gioco dei numeri delle targhe: vince il bambino che fa la somma più veloce delle cifre della targa dell’auto che precede la propria.

Si può anche proporre di indovinare un oggetto misterioso. Una persona pensa a qualcosa; tutti gli altri devono porre domande, a turno, per individuarla. Chi ha immaginato l’oggetto può rispondere solo con sì o no. Se poi i genitori sono pronti a mettersi in gioco, si può pensare di inventare una storia tutti assieme. Svolgere insieme queste attività contribuirà non solo a creare un clima di condivisione, ma anche a far passare il viaggio più velocemente.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Viaggi
  • 1

    Un’onda
    vi travolgerà

    Sulla facciata di uno dei più palazzi nel cuore di Seoul è stata riprodotta la più grande illusione anamorfica del mondo: una gigantesca onda che sembra infrangersi contro un vetro

  • 2
    nuove tendenze

    Le sfide del turismo nel Ticino post pandemia

    Elia Frapolli ci spiega come il turismo si sposterà verso modi diversi di svagarsi - Le nuove destinazioni? I luoghi immersi nella natura saranno il trend della prossima estate

  • 3
    Coronavirus

    Voleremo così
    dopo l’emergenza?

    Per evitare che gli aerei partano mezzi vuoti a causa del distanziamento sociale, occorrono nuove idee. Un’azienda italiana propone poltrone anti-contagio pensate soprattutto per la classe Economy

  • 4
    TOUR VIRTUALI

    Mai stati in una tomba
    dell’Antico Egitto?

    Prima dell’emergenza da coronavirus occorreva recarsi fino in Egitto per scoprirla. Ora la meravigliosa tomba di Menna e molti altri gioielli dell’antichità egiziana sono visitabili grazie a tour virtuali promossi dal ministero del turismo egiziano

  • 5
    #Coronavirus

    La pandemia
    sui muri

    Sotto l’hashtag #coronastreetart si trovano diversi capolavori dipinti da artisti di strada in questi giorni di emergenza sanitaria. Ecco una selezione delle opere più belle prodotte in tutto il mondo

  • 1