La meta

New York, capodanno
al centro del mondo

New York, capodanno <br />al centro del mondo
La celebre piazza di Times Square diventa per una giornata il centro del mondo

New York, capodanno
al centro del mondo

La celebre piazza di Times Square diventa per una giornata il centro del mondo

Sarà che l’abbiamo vista in tanti film e documentari, sarà che ha un fascino unico, sarà che è una città ormai entrata nell’immaginario collettivo, ma una cosa è certa: quando si parla di Stati Uniti non si può non pensare che a New York. E quale momento migliore per visitare la Grande Mela se non a Capodanno? Durante questo periodo non solo la città assume ancora maggiore fascino, ma i festeggiamenti a Times Square sono uno di quegli eventi a cui bisognerebbe partecipare almeno una volta nella vita.

La celebre piazza newyorkese diventa infatti per una giornata il centro del mondo, con migliaia di persone riunite per augurarsi amore, felicità e benessere. Il tutto condito da spettacoli, musica, giochi di luce e dalla celebre tradizione della «ball drop»: una sfera luminosa che scende per 23 metri dando così avvio al conto alla rovescia verso il nuovo anno, che verrà festeggiato anche con il lancio, da parte dei presenti, dei bigliettini con i desideri per l’anno nuovo. Insomma, una festa unica a cui si può accedere gratuitamente. Anche se per partecipare serve qualche accortezza: vista la grande affluenza è sempre il caso di arrivare dalla mattinata o dal primo pomeriggio e prepararsi a passare molte ore in piedi e, spesso, al freddo (si ricordano Capodanni in cui la temperatura è scesa addirittura sotto i quindici gradi). Serve quindi attrezzarsi a dovere, sapendo anche che arrivare ai locali per acquistare da mangiare non solo è difficile, ma rende poi impossibile tornare alla posizione che si è riusciti a conquistare.

E, a proposito di cibo: le alternative a Times Square naturalmente ci sono, anche se è meglio dimenticare il classico «cenone», a meno che non si prenoti in uno dei ristoranti nelle vicinanze della piazza, ovviamente molto costosi. Per chi non vuole rinunciare a iniziare il nuovo anno a tavola, meglio scegliere qualche localino o steak house lontano da Manhattan, in cui ritrovare il vero spirito newyorchese. Da tenere presente che è sempre meglio prenotare, a volte settimane o addirittura mesi in anticipo.

Tornando ai festeggiamenti, si può scegliere anche di raggiungere Central Park dove, in prossimità della Bethesda Fountain vengono organizzati concerti, parate e lancio di fuochi artificiali. Inoltre, allo scoccare della mezzanotte, prende il via la corsa notturna Emerald Nuts Midnight Run: uno spettacolo, a cui i più sportivi potrebbero anche decidere di prendere parte. A Brooklyn si può godere di uno skyline meraviglioso, mentre nel New Jersey si celebra l’arrivo del nuovo anno con i fuochi d’artificio al Rockefeller Park. La scelta romantica? Raggiungere in funivia Roosvelt Island – l’isola tra Manhattan e il Queens – da cui ammirare la festa da una angolazione tutta particolare. Infine, si può pensare alla Crociera di Capodanno: una vera e propria festa galleggiante che regala una vista unica sul profilo di New York nel pieno dei festeggiamenti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Viaggi
  • 1

    Un’onda
    vi travolgerà

    Sulla facciata di uno dei più palazzi nel cuore di Seoul è stata riprodotta la più grande illusione anamorfica del mondo: una gigantesca onda che sembra infrangersi contro un vetro

  • 2
    nuove tendenze

    Le sfide del turismo nel Ticino post pandemia

    Elia Frapolli ci spiega come il turismo si sposterà verso modi diversi di svagarsi - Le nuove destinazioni? I luoghi immersi nella natura saranno il trend della prossima estate

  • 3
    Coronavirus

    Voleremo così
    dopo l’emergenza?

    Per evitare che gli aerei partano mezzi vuoti a causa del distanziamento sociale, occorrono nuove idee. Un’azienda italiana propone poltrone anti-contagio pensate soprattutto per la classe Economy

  • 4
    TOUR VIRTUALI

    Mai stati in una tomba
    dell’Antico Egitto?

    Prima dell’emergenza da coronavirus occorreva recarsi fino in Egitto per scoprirla. Ora la meravigliosa tomba di Menna e molti altri gioielli dell’antichità egiziana sono visitabili grazie a tour virtuali promossi dal ministero del turismo egiziano

  • 5
    #Coronavirus

    La pandemia
    sui muri

    Sotto l’hashtag #coronastreetart si trovano diversi capolavori dipinti da artisti di strada in questi giorni di emergenza sanitaria. Ecco una selezione delle opere più belle prodotte in tutto il mondo

  • 1