Le scoperte

Tour nei luoghi famosi
del Trono di spade

Tour nei luoghi famosi <br />del Trono di spade
I celebri continenti di Westeros ed Essos della serie tv si concentrano tra Europa (Spagna, Irlanda del Nord, Croazia, Italia e Malta) e Marocco

Tour nei luoghi famosi
del Trono di spade

I celebri continenti di Westeros ed Essos della serie tv si concentrano tra Europa (Spagna, Irlanda del Nord, Croazia, Italia e Malta) e Marocco

La produzione è statunitense ma il cast è composto quasi principalmente da attori britannici. Così come i luoghi delle riprese sono europei o nordafricani proprio per sfruttarne le bellezze architettoniche e i paesaggi. Non c’è dubbio che le spettacolari ambientazioni siano state alla base del successo senza precedenti di una serie come “Il trono di spade”. Tale è stato il riscontro negli spettatori, a livello planetario, che alcune agenzie di viaggi programmano tour dedicati nei luoghi scelti da sceneggiatori e scenografi. Spagna, Malta, Croazia e Islanda sono alcuni dei Paesi dove si sono concentrate molte scene della serie televisiva che si è conclusa quest’anno dopo 73 episodi divisi in otto stagioni.

Tour nei luoghi famosi <br />del Trono di spade

Tra i luoghi più riconoscibili c’è senza dubbio la città di Dubrovnik, in Croazia, che ha condiviso con Mdina, l’antica capitale di Malta, l’allestimento di Approdo del Re, la capitale dei Sette regni e la città più grande di Westeros, il continente occidentale, che ospita la fortezza rossa. I giardini del palazzo reale sono invece stati riprodotti nell’Arboretum di Trsteno, frazione di Dubrovnik. Nel corso delle puntate e delle stagioni era stata inoltre introdotta la residenza assolata di Dorne, sede della dinastia Martell, ubicata nel celebre Alcazar di Siviglia, in Spagna, patrimonio Unesco. Il castello castigliano di Zafra, nella provincia di Guadalajara, è invece servito per svelare uno dei più grossi colpi di scena dell’intera serie televisiva, quello in cui viene svelata la reale linea di discendenza di Jon Snow dopo la visione di Bran relativa al passato di Ned Stark. Anche grazie al successo della produzione, la torre è molto frequentata. E sempre nella penisola iberica non è passato inosservato l’utilizzo del panorama di Zumaia, che si affaccia sull’oceano Atlantico, per ricostruire la spiaggia dell’isola di Dragonstone – stagione 7 – dove Daenerys e Tyrion attraccano per iniziare la loro invasione. L’area arida delle Bardenas Reales, nel nord della Spagna, è invece servita per riprodurre il deserto dei Dothraki.

Le scene ambientate a Braavos, nel continente orientale di Essos, sono invece state girate tra Girona (Spagna) e Sebenico (Croazia): è qui, protetta dall’enorme titano che si erge sulla città, che si completa la formazione da combattente di Arya Stark. Il Marocco ha invece ospitato, nelle cittadine di Ait Ben Haddou (patrimonio Unesco) e Essaouira, alcuni ciak con protagonista Daenerys e il suo esercito.

In Irlanda del Nord si può raggiungere invece la località di Ballintoy, servita da sfondo alle vicende dei Greyjoy, signori delle Isole di Ferro, mentre le spettacolari distese gelide a nord della Barriera fanno riferimento nella realtà ai ghiacciai islandesi di Svinafellsjokul e Vatnajokull.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Viaggi
  • 1
    nuove tendenze

    Le sfide del turismo nel Ticino post pandemia

    Elia Frapolli ci spiega come il turismo si sposterà verso modi diversi di svagarsi - Le nuove destinazioni? I luoghi immersi nella natura saranno il trend della prossima estate

  • 2
    Coronavirus

    Voleremo così
    dopo l’emergenza?

    Per evitare che gli aerei partano mezzi vuoti a causa del distanziamento sociale, occorrono nuove idee. Un’azienda italiana propone poltrone anti-contagio pensate soprattutto per la classe Economy

  • 3
    TOUR VIRTUALI

    Mai stati in una tomba
    dell’Antico Egitto?

    Prima dell’emergenza da coronavirus occorreva recarsi fino in Egitto per scoprirla. Ora la meravigliosa tomba di Menna e molti altri gioielli dell’antichità egiziana sono visitabili grazie a tour virtuali promossi dal ministero del turismo egiziano

  • 4
    #Coronavirus

    La pandemia
    sui muri

    Sotto l’hashtag #coronastreetart si trovano diversi capolavori dipinti da artisti di strada in questi giorni di emergenza sanitaria. Ecco una selezione delle opere più belle prodotte in tutto il mondo

  • 5
  • 1