Bruno Pellandini
Bruno Pellandini
Bruno Pellandini, laureato in lettere (master in ars) all’Università di Ginevra, giornalista dal 1985, responsabile della redazione di Bellinzona per 24 anni, poi alla redazione centrale del Corriere del Ticino a Muzzano in qualità di capo redattore aggiunto per la cronaca. Per oltre vent’anni si è occupato di cronaca giudiziaria (ha seguito tra l’altro i casi più clamorosi, e di risonanza internazionale, di cronaca nera degli anni 1990: la vicenda dell’unico serial killer svizzero che ha colpito anche in Ticino, il processo per il sequestro di 100 chili di eroina, il riciclaggio di 1,5 miliardi di franchi legato alla Lebanon connection). Parallelamente si è occupato di aeronautica (è stato tra i primi giornalisti a volare sull’F/A-18 Hornet delle Forze aeree svizzere e ha partecipato a voli acrobatici in formazione con la Patrouille Suisse, il PC-7 Team, i ticinesi P3 Flyers, il Breitling Jet Team e le Frecce Tricolori) e di astronautica (ha seguito, dal centro spaziale della NASA di Cape Canaveral, in Florida, le missioni dell’astronauta svizzero Claude Nicollier con lo Space Shuttle e dalla base spaziale europea in Guiana i lanci del vettore Ariane). È anche pilota e istruttore di volo con esperienza decennale. Dal 2019 continua a collaborare con il Corriere del Ticino in qualità di giornalista freelance per le pagine dei motori e, periodicamente, per questioni legate al settore aeronautico
I miei articoli: (186)