Il punto

La guerra non frena viaggi e vacanze

Nonostante il conflitto in Ucraina, le prenotazioni nelle agenzie continuano a salire dopo la crisi della pandemia – Davide Nettuno, di Hotelplan: «Voli più lunghi per l'Asia. E intanto si guarda già all'autunno»
Jona Mantovan
29.03.2022 10:07
La guerra di Putin non ferma la voglia di viaggiare per ricaricare le batterie lontano dal tran-tran quotidiano. Dopo due anni di pandemia, ecco la corsa alla prenotazione. L'addio alle restrizioni ha fatto ripartire la ricerca della libertà, almeno per il periodo delle proprie ferie. Ed ecco che le «vacanzine» a corto raggio – tipiche del periodo di crisi sanitaria – si trasformano in fughe verso mete esotiche. Una tendenza che, per certi versi, aveva sorpreso gli addetti ai lavori, dato che si aspettavano una ripresa più lenta. E invece no. Ma era prima dell'attacco della Russia all'Ucraina. E ora? Le bombe, il conflitto e la drammaticità degli eventi non spaventano chi vuole imbarcarsi su un...