Cent'anni fa

Giustizia alle prese con furti di esplosivi e mancati omicidi

Le notizie del 18 novembre 1922
© Shutterstock
Nicola Bottani
18.11.2022 06:00

Cronaca Giudiziaria
I processi per i furti alla polveriera
È terminato l’altro ieri a Bellinzona il processo per i furti di esplosivi alla polveriera di Arbedo. La Corte delle Assisi Criminali ha condannato il Ghidossi a 1 anno e 10 mesi di carcere, computato il sofferto, e il Monticelli a un anno e mesi sette. Accorda in via provvisionale alla parte lesa fr. 1000 e all’Autorità militare per i danni sofferti fr. 373. Sono pure condannati alle spese del processo.

Per mancato omicidio
Ancora a Bellinzona si è iniziato ieri il processo contro Monteverdi Siro, di anni 45, oriundo italiano. Il Monteverdi è accusato di avere sparato, la sera del 23 gennaio u. s., un colpo di rivoltella alla gola di sua figlia Olga di diciannove anni, e poi si rivolgeva, percuotendo col calcio del revolver, a sua moglie. Fatto avvenuto nella sua osteria alle sette di sera di detto giorno. La figlia, per quanto ferita gravemente, è guarita, come pure la madre. Il Monteverdi veniva arrestato e tradotto al Penitenziere. L’accusato è difeso dall’avv. Silvio Molo. La parte civile è rappresentata dall’avv. Arnaldo Bolla. La Corte è presieduta dal giudice Gatti, assistito da due giudici e cinque giurati. Sono pure presenti i periti. Dopo l’apertura dei pubblici dibattimenti il P. P. procede all’interrogatorio dell’imputato.

Lugano - Lavoro in polizia
Certo Adon Fritz, già espulso dal cantone e rientrato rompendo il bando, venne arrestato sotto l’accusa di truffa e poi stamane rilasciato, munito di decreto di una nuova espulsione. Venne passato al Penitenziere il 22 Bardelli Adolfo da Auressio, incolpato di furto a danno del negoziante in frutta Botta Roberto. Il Bardelli in un momento di assenza del Botta si impossessò di trenta franchi, denaro che gli fu trovato addosso al momento dell’arresto.

Confederazione
Disgrazia automobilistica

Willisau, 17 ag – Un’automobile guidata dallo chauffeur Bächttiger, di Sursee, che attraversava la notte il ponte sulla Wigger, è caduta nel fiume non si sa come. Il cadavere del guidatore è stato trovato questa mattina sepolto sotto la vettura.

Gli alcools
Berna, 17 ag – La commissione degli alcools del Consiglio nazionale si è riunita giovedì sotto la presidenza dell’on. Jäger. Il nuovo direttore dell’amministrazione degli alcools assisteva per la prima volta alla seduta. La commissione del Consiglio degli Stati si riunirà il 23 corrente.

Un sequestro di cocaina
Porrentruy, 17 ag – A Dellevenne venne sequestrato un kg. di cocaina importata in Francia dal macchinista dell’express, che fu arrestato direttamente sulla locomotiva e condotto a Belfort. Si tratta di un impiegato delle ferrovie federali, padre di famiglia abitante a Delémont.