Hockey

Cereda celebra il suo record con il sorriso

L’Ambrì batte il Kloten e torna a vincere dopo otto sconfitte di fila
© KEYSTONE/Ti-Press/ Samuel Golay
Flavio Viglezio
Flavio Viglezio
18.11.2022 22:06

La pausa ha fatto bene all’Ambrì Piotta. Dopo otto sconfiite filate, i biancoblù hanno battuto il Kloten con un chiaro 6-2: un successo che permette a Luca Cereda di festeggiare con il sorriso il suo record di 297 presenze in panchina, che fanno di lui il tecnico più longevo della storia dell’Ambrì.

Primo tempo

Dopo soli 57’’ di gioco viene espulso per 2’ Ang: Heed porta in vantaggio l’Ambrì Piotta con un tiro dalla linea blu al 2’51’’. Al 5’37’’ i biancoblù sfiorano il raddoppio con McMillan, ma Metsola ci mette una pezza. Dall’altra parte ci prova Aaltonen, ma il suo tiro da buona posizione è centrale e Juvonen controlla senza problemi. All’8’52’’ è Bürgler ad impegnare seriamente Metsola. Al 15’11’’ Schreiber salta Isacco Dotti e si presenta tutto solo davanti a Juvonen, che ha però la meglio. Al 17’32’’ esce Reinbacher per 2’: il tiro di Virtanen è deviato in rete da Kneubuehler e l’Ambrì raddoppia.

Secondo tempo

 Al 21’46’’ esce per due minuti Ekesthal-Jonsson: ci prova McMillan, ma Metsola si salva con un ottimo intervento. E il Kloten questa volta si salva. Al 26’16’’ Ruotsalainen prova a sorprendere Juvonen aggirando la porta, ma il portiere finlandese è reattivo. Al 27’24’’ l’Ambrì Piotta trova la terza rete: la mette a segno Chlapik, che sfrutta un assist al bacio di Spacek. Al 28’02’’ esce Kneubuehler: il box leventinese non soffre mai. È invece Zaccheo Dotti ad essere punito  con 2’al 34’51’’: anche in questa occasione l’Ambrì Piotta riesce a difendersi senza troppi patemi. Ma proprio sulla seconda sirena il Kloten accorcia grazie a Ekestahl-Jonsson.

Terzo tempo

 Il Kloten inizia spingendo e al 40’50’’ Ruotsalainen impegna Juvonen. Dall’altra parte risponde Chlapik, che impegna per due volte dalla corta distanza Metsola. Al 43’54’’ i biancoblù ritrovano tre reti di vantaggio: segna Virtanen con un potente slap dalla lunga distanza. Poco più tardi esce Zaccheo Dotti: il Kloten ci prova, ma non riesce a rendersi davvero pericoloso. Gli aviatori non ci credono più e i leventinesi possono così controllare senza troppi patemi le fasi finali dell’incontro. E c’è ancora il tempo per la quinta rete di Bürgler al 54’47’’. Del gol di Nodari non si accorge quasi nessuno e al 59’26’’ Kostner fa addirittura 6-2.

Gli hilights

In questo articolo: