Hockey su ghiaccio

Colpaccio nei Grigioni per il Lugano

I bianconeri si impongono per 2-0 a Davos: è il terzo successo di fila
© POSTFINANCE / KEYSTONE / Gian Ehrenzeller
Flavio Viglezio
Flavio Viglezio
24.01.2023 21:52

Terza vittoria consecutiva, per il Lugano. I bianconeri, grazie alle reti di Marco Müller e Granlund, si sono imposti per 2-0 a Davos. Un successo pesantissimo, per la squadra di Luca Gianinazzi.

Primo tempo

Un disco malamente perso da Marco Müller permette ad Ambühl di sfiorare la rete già dopo 30’’ di gioco. Al 6’42’’ vengono contemporaneamente espulsi Sturny e Guerra: in 4 contro quattro Dahlbeck sfiora il palo. Al 7’44’’ esce Josephs: il box bianconero regge bene. Dall’altra parte ci prova Carr, ma Senn è pronto. Al 12’50’’ ci prova Arcobello: il portiere del Davos respinge con un po’ di fortuna. Le due formazioni pensano soprattutto a  non scoprirsi e allora le occasioni da rete sono rare. Ma al 17’33’’ il Lugano passa: grande spunto di Granlund e tiro preciso di Marco Müller.

Secondo tempo

Al 21’15’’ il Lugano riparte in due contro uno con Connolly e Arcobello, ma il tiro del capitano è debole. Al 23’24’’ ci prova Ambühl, ma Schlegel è attento. Lo è anche al 25’30’’, quando Knak si presenta tutto solo davanti a lui. Al 26’21’’ il Lugano raddoppia: azione insistita dei bianconeri e Granlund trova il pertugio buono. Al 27’21’’ Stransky si fa espellere per 2’: Connolly sbaglia clamorosamente a porta vuota. Poi, al 29’03’’, Andersson colpisce il palo con un forte tiro dalla media distanza. Al 38’46’’  esce Alatalo: il Lugano si difende con ordine.

Terzo tempo

 I bianconeri iniziano il periodo in inferiorità numerica, ma superano senza patemi il momento delicato. Al 42’36’’ esce Thürkauf: Schlegel compie un miracolo su Stransky. Sturny, al 45’25’’, colpisce l’asta a Schlegel battuto. Poco dopo il portiere luganese è ancora decisivo su Wieser. I bianconeri pensano soprattutto a difendersi e faticano a rendersi pericolosi dalle parti di Senn. Fazzini parte in contropiede con Josephs, che sbaglia però la mira. Al 57’06’’ esce Wolf: il Lugano regge. Al 58’50’’ il Davos chiama il time-out e richiama Senn in panchina: il risultato non cambia.

Guarda gli highlights

In questo articolo: