Orientamento

«La mente corre al 2023, penso già a Flims-Laax»

Elena Roos parla della sua stagione caratterizzata da ottimi risultati: «Ho chiuso il girone di Coppa del mondo con un oro nella staffetta e un bronzo individuale, adesso mi tengo in forma con il pensiero già rivolto ai Mondiali del prossimo anno in Svizzera»
Elena Roos impegnata nelle gare dello scorso fine settimana che hanno chiuso la stagione di Coppa del mondo a Davos. ©swiss-orienteering
Raffaele Soldati
05.10.2022 06:00
La stagione di Coppa del mondo si è conclusa da un paio di giorni a Klosters e a Davos regalando grandi soddisfazioni agli orientisti elvetici. Tra questi spicca la nostra Elena Roos, che ha raccolto un oro con la staffetta e un bronzo individuale nella gara Long alle spalle di Simona Aebersold e della norvegese Andrine Benjaminsen. «Sono contenta. È stato un fine settimana ricca di emozioni per me e per la squadra», ha detto la ticinese, rimasta nei Grigioni con la nazionale svizzera per un minicampo d’allenamento.

È tempo di bilanci. La stagione era partita in salita per Elena, che poi ha trovato una condizione di forma invidiabile. «L’infortunio dell’autunno scorso mi aveva costretta a fermarmi per un periodo prolungato. Non è stato facile ripartire e ritrovare le motivazioni....