A Teatro

Ago e filo: come nasce un costume di scena

Ne parliamo con Ilaria Ariemme, costumista teatrale
La costumista Ilaria Ariemme racconta la nascita di un costume teatrale, materia viva che partecipa al percorso di creazione di uno spettacolo. In particolare illustra l'esperienza di "Sogno di una notte di mezza estate", produzione Lac, con regia di Andrea Chiodi. ( ©LAC2021)
Benedetta Consonni
12.04.2022 10:30
Seta, paillettes e tulle. Cotone grezzo, tessuti damascati, semplici jeans. A ogni personaggio il suo costume, ciascuno con la propria particolarità. Ogni volta che si alza il sipario la magia si rinnova e il teatro attraverso le parole, i gesti, le scenografie e i costumi trasporta lo spettatore nel mondo immaginato (che racconta il mondo reale) dello spettacolo. Tra gli ingredienti della magia, il costume è uno dei più funzionali per far capire subito allo spettatore la direzione che sta prendendo il viaggio. Come nasce un costume di scena? «A differenza di quello che si può pensare, creare un costume è frutto di un lungo lavoro personale» spiega Ilaria Ariemme, costumista che ha collaborato di recente con il LAC per la produzione di «Sogno di una notte di mezza estate», spettacolo...