Mobilità del futuro

La start-up bernese Loxo presenta un veicolo autonomo per le consegne

Si muove senza conducente, è ecosostenibile e risponderà alle esigenze del cliente che può chiamarlo nei tempi e nei modi più opportuni
Red. Motori
08.12.2022 11:01

La start-up Loxo ha presentato a Berna il veicolo autonomo senza conducente per le consegne denominato Loxo Alpha. Sviluppato e prodotto in Svizzera, sarà in circolazione per la prima volta nella primavera del 2023. Questa sarà la prima applicazione commerciale di un veicolo autonomo per le consegne dell’ultimo chilometro in Svizzera e probabilmente in tutta Europa. La missione di questa nuova soluzione di trasporto è quella di rivoluzionare la mobilità autonoma, l'e-commerce e di diventare lo standard per le consegne a domicilio.

A detta del produttore, non solo Loxo è sicuro e sostenibile su strada grazie a una tecnologia innovativa, ma offre soprattutto una risposta agli attuali problemi del settore delle "consegne dell'ultimo chilometro", gli alti costi di consegna o la carenza di autisti.  

La rapida crescita dell'e-commerce e l'esigenza dei clienti di ricevere le merci in tempi brevi pongono numerose sfide. Per quanto riguarda le consegne a domicilio, si tratta soprattutto di costi elevati, mancanza di autisti e scarso equilibrio ambientale. La start-up svizzera Loxo promette di risolvere questi problemi con il suo veicolo autonomo per le consegne dell'ultimo miglio. 

"Grazie alla propulsione elettrica, alla capacità di ricarica ottimale e alla modalità di guida autonoma e non presidiata, Loxo aumenta l'efficienza e la flessibilità delle consegne a domicilio. Inoltre, l'impatto climatico viene ridotto grazie al principio della mobilità condivisa", afferma Amin Amini, cofondatore e Ceo di Loxo.  

Lara Amini-Rentsch, cofondatrice e business lead, ne illustra i vantaggi economici: "Loxo consente consegne modulari, flessibili nel tempo e con un forte risparmio. Gli acquirenti possono decidere autonomamente quando ricevere l'ordinazione e risparmiare. I rivenditori, a loro volta, possono aumentare i loro margini. Per questo siamo convinti che Loxo rivoluzionerà l'e-commerce e diventerà lo standard per le consegne dell'ultimo chilometro".

Loxo è un veicolo autonomo associato a servizi, chiamato anche Autonomous Delivery as a Service (ADaaS). Da un lato, può essere utilizzato per le consegne dal fornitore di merci al consumatore finale o al cliente commerciale, dall'altro è adatto per i trasporti hub-hub.

"I punti di forza di Loxo sono il volume di carico ottimizzato per il mercato europeo e la sua completa integrazione nell'IT del cliente. È anche il primo veicolo al mondo con sensori di rilevamento laser 3D robusti e adatti al funzionamento su strada", afferma Claudio Panizza, CTO e cofondatore.

"Loxo è infatti dotato di una combinazione unica di radar, lidar allo stato solido, sonar, telecamere, microfoni e di un potente algoritmo. In questo modo, rileva persone e oggetti in un campo visivo di 360 gradi e garantisce la massima sicurezza". Loxo riesce a inserirsi bene nel traffico cittadino grazie alla sua velocità e alle dimensioni limitate: ogni viaggio è monitorato da personale specializzato che se necessario, può intervenire a distanza.
Nella primavera del 2023 inizierà la prevendita e le relative forniture. Su suolo nazionale sarà possibile vedere Loxo Alpha in azione già nei primi mesi dell'anno. 

GUARDA IL VIDEO