Sport motorizzati

La Svizzera torna in pista? Berna apre uno spiraglio

Dal tremendo botto di Le Mans sono passati ormai 67 anni, eppure il divieto tutto elvetico di gareggiare in pista permane...
Formula E Due gli e-prix già svoltisi in Svizzera: nella foto quello di Zurigo del 2018. ©Keystone
Michele Castiglioni
21.04.2022 10:01
Era l’undici giugno 1955 e in quel di Le Mans si stava correndo l’omonima celebre gara sulle 24 ore, quando per una serie di manovre scatenate dall’improvvisa uscita verso i box di Mike Hawthorn, la Mercedes-Benz 300 SLR condotta da Pierre Lavegh piomba ad alta velocità sulla barriera divisoria tra pista e pubblico incendiandosi e frammentandosi. Le parti dell’auto volano sugli spettatori in traiettorie impazzite e mietono vittime. Il computo finale sarà di ben 83 morti e 120 feriti. La peggiore tragedia nella storia dell’automobilismo sportivo. Sull’onda della commozione e del timore che eventi di quel tipo si ripetessero – viste anche le condizioni di scarsissima sicurezza all’epoca presenti, vennero prese due importanti decisioni: Mercedes si ritirò alla fine di quella...