Mondo
La diretta

Partite altre tre navi cariche di cereali

Lo conferma il ministero della Difesa turco - Orban: «Nessuna pace senza colloqui tra Russia e USA» - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI
LIVE
Partite altre tre navi cariche di cereali
AtseRed. Online
05.08.2022 07:43
21:11
21:11
Mosca accusa Kiev di aver sfiorato un incidente nucleare

Nel rimpallo di responsabilità tra Russia e Ucraina per il bombardamento sul sito della centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, è intervenuto il Ministero della Difesa di Mosca: «L'attacco dell'artiglieria ucraina avrebbe potuto causare un incidente nucleare. È stata una pura fortuna che sia stato evitato».

Lo scrivono le agenzie di stampa statali russe. «Gli attacchi ucraini hanno causato la perdita di potenza di alcune apparecchiature della terza unità della centrale e la diminuzione della capacità della quarta unità», ha aggiunto il ministero.

La Russia ha invitato le organizzazioni internazionali a condannare le azioni criminali delle autorità di Kiev, che compiono atti di terrorismo nucleare, ha dichiarato il ministero: «Chiediamo alle organizzazioni internazionali di condannare le azioni criminali del regime di Zelesky, che compie atti di terrorismo nucleare». E ha sottolineato che in caso di ulteriori provocazioni alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, l'intera responsabilità delle interruzioni del suo funzionamento ricadrà sulle autorità di Kiev.

20:19
20:19
Kiev, esplosioni vicino ad alimentatore reattore nucleare

Energoatom, l'operatore statale ucraino delle centrali nucleari del Paese, ha dichiarato che 3 esplosioni sono state registrate nel sito dell'impianto di Zaporizhzhia, vicino a uno dei blocchi di alimentazione del reattore nucleare. «Vi sono rischi di fuoriuscita di idrogeno e spruzzatura radioattiva. Il pericolo di incendio è alto», è stato reso noto, «i russi hanno gravemente danneggiato la stazione di azoto-ossigeno e l'edificio ausiliario combinato». Secondo Espreso Tv, è stato riferito che prima del bombardamento «i rappresentanti di Rosatom hanno lasciato in fretta la stazione».

20:18
20:18
Kiev risponde ai russi della Wagner, in campo i volontari Mozart

Kiev risponde ai 'Wagner', il gruppo di mercenari sostenuto e impiegato da Mosca in molte aree di conflitto dall'Africa alla Siria, con la creazione del gruppo Mozart, compagnia privata di volontari internazionali basata in Donbass, che addestra le reclute ucraine da inviare al fronte.

Fanno parte dei Mozart una trentina di uomini provenienti da Stati Uniti, Gran Bretagna, Irlanda e altri Paesi occidentali, riporta il Guardian, spiegando che il gruppo è stato fondato da Andy Milburn, colonnello in pensione dei Marines dopo 31 anni nell'esercito degli Stati Uniti, che ci tiene a marcare le differenze con i mercenari finanziati da Mosca. «Non voglio essere associato o paragonato al gruppo Wagner», ha spiegato Milburn, sottolineano che «quello che facciamo è un po' diverso». Oltre all'addestramento militare si occupa fornire aiuti umanitari alle città in prima linea e di evacuare civili vulnerabili dalle zone a rischio.

Ai soldati ucraini vengono impartiti corsi accelerati di cinque-dieci giorni sulle tecniche di base nell'uso delle armi e sulle tattiche da utilizzare sul campo di battaglia, ha detto ancora Milburn, secondo il quale armi e attrezzature militari occidentali fornite all'Ucraina non vengono utilizzate correttamente proprio per mancanza di addestramento.

20:18
20:18
Erdogan-Putin, accordo su cereali valga anche per Russia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e l'omologo russo Vladimir Putin hanno sottolineato la necessità della piena messa in pratica dell'accordo di Istanbul sull'esportazione dei cereali «incluse le esportazioni di materiale grezzo necessario per la produzione di grano e fertilizzanti della Russia». Lo rende noto Anadolu citando un comunicato congiunto sull'incontro tra i due presidenti oggi a Sochi. Le relazioni costruttive tra Ankara e Mosca hanno contribuito a trovare l'accordo sull'esportazione di cereali con corridoi sicuri nel Mar Nero si legge nel comunicato.

19:40
19:40
Intesa Putin-Erdogan per rafforzare cooperazione economica

I presidenti russo Vladimir Putin e turco Recep Tayyp Erdogan hanno «concordato di rafforzare la cooperazione economica e energetica» tra Russia e Turchia. Lo ha reso noto il Cremlino in una nota al termine del faccia a faccia tra i due leader a Sochi. Lo riferisce la Tass.

Erdogan e Putin hanno riaffermato di essere pronti a migliorare le relazioni bilaterali tra Turchia e Russia nonostante le attuali sfide a livello globale e regionale «sulla base del rispetto reciproco».

Turchia e Russia hanno inoltre sottolineato l'importanza del processo politico per arrivare a una soluzione permanente nel conflitto in Siria. I due leader hanno riaffermato la loro determinazione ad agire in modo coordinato nella lotta contro tutte le organizzazioni terroristiche in Siria si legge nel comunicato.

17:10
17:10
Amnesty ribadisce le accuse a Kiev sulle basi tra i civili

Amnesty International ha affermato oggi di essere pienamente certa delle sue accuse secondo cui l'Ucraina stava mettendo in pericolo i civili stabilendo basi militari in aree residenziali per contrastare l'invasione russa, come sostiene un suo rapporto che ha suscitato una dura risposta da Kiev.

Amnesty «sostiene pienamente la nostra ricerca», ha detto all'Afp la segretaria generale dell'organizzazione Agnes Callamard in commenti inviati tramite e-mail. «I risultati... si basano su prove raccolte durante indagini approfondite che sono soggette agli stessi rigorosi standard e procedure di tutto il lavoro di Amnesty International».

16:40
16:40
Bombe russe su zona centrale nucleare Zaporizhzhia

Esplosioni vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, a Energodar. I residenti della città scrivono sui social che gli occupanti russi stanno bombardando il territorio della centrale nucleare. Lo riporta Unian.

Secondo i cittadini di Energodar, i russi stanno bombardando il territorio della centrale nucleare di Zaporizhzhia con artiglieria e razzi. I dipendenti ucraini della centrale nucleare sono stati rinchiusi nei locali e non vengono rilasciati. I lavoratori portati dai russi vengono evacuati in modalità accelerata.

15:54
15:54
Bombardamenti su Mykolaiv, morti e feriti

Bombardamenti questo pomeriggio sulla città meridionale di Mykolaiv: ci sono morti e 10 feriti, tra cui un ragazzo: lo rende noto il capo dell'amministrazione statale regionale di Vitaliy Kim, citato da Espreso tv.

Il capo del Consiglio regionale Hanna Zamazeyeva ha scritto su Telegram che dopo questa mattina «oggi pomeriggio i russi hanno nuovamente bombardato Balabanivka e il distretto di Korabelny, si sa che ci sono vittime e feriti». «L'area colpita è molto vasta. Case private e palazzi sono stati colpiti. Ci sono incendi, distruzioni significativi», ha aggiunto il sindaco di Mykolaiv Oleksandr Sienkovych .

15:43
15:43
L'esercito di Kiev avanza, liberato insediamento a Kharkiv

Le forze armate ucraine hanno liberato il villaggio di Dibrivne nella regione orientale di Kharkiv spostando così la la linea del fronte. Lo riferisce il Comando operativo Est citato da Ukrinform.

«I soldati della 93ma Brigata separata meccanizzata Kholodnyi Yar stanno avanzando in direzione Izyum. La brigata ha respinto il nemico fuori dal villaggio di Dibrivne e ha spostato la linea del fronte», afferma l'ultimo rapporto del Comando ucraino, secondo il quale le truppe russe sono state tagliate fuori dai rifornimenti. Durante la ritirata, hanno abbandonato le loro attrezzature ma prima di lasciare il terreno hanno minato il villaggio con mine antiuomo e anticarro. Ieri le Forze armate ucraine hanno ripreso il controllo del villaggio di Dmytrivka, sempre nella regione di Kharkiv.

15:09
15:09
Accordi sul grano, Putin ringrazia Erdogan

Il presidente russo Vladimir Putin ha ringraziato personalmente oggi il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan per gli accordi sull'esportazione di grano, sottolineando che essi non riguardano solo quello ucraino, ma anche «l'esportazione di cibo e fertilizzanti russi». Lo riferisce l'agenzia Tass.

«L'Europa dovrebbe essere grata alla Turchia per essere in grado di acquistare gas dalla Russia attraverso il gasdotto Turkish Stream», ha detto Putin, come riporta Anadolu, durante un incontro con Erdogan in corso a Sochi in Russia.

13:14
13:14
La Russia espelle 14 diplomatici bulgari

La Russia ha deciso di espellere 14 dipendenti dell'ambasciata e dei consolati della Bulgaria: lo riferisce il ministero degli Esteri di Mosca, ripreso dall'agenzia Interfax. Mosca presenta la decisione come una risposta all'espulsione dalla Bulgaria di 70 diplomatici e funzionari dell'ambasciata russa.

11:33
11:33
«Dodici navi da guerra russe pronte a combattere»

Dodici navi da guerra russe, tra cui nove equipaggiate con missili da crociera Kalibr, sono pronte al combattimento nel Mar Nero, nel Mar d'Azov e nel Mar Mediterraneo: lo hanno reso noto su Telegram le Forze navali ucraine, secondo quanto riporta Ukrinform.

Nel Mar Nero le navi equipaggiate con i Kalibr sono quattro, per un totale di 24 missili. Nel Mediterraneo, le navi equipaggiate con i missili Kalibr sono cinque.

Nel Mar d'Azov «il nemico continua a controllare le comunicazioni marittime, mantenendo fino a tre navi e imbarcazioni pronte al combattimento», si legge inoltre in un comunicato.

11:31
11:31
«Uccisi 41.650 soldati russi in Ucraina»

Circa 41.650 soldati russi sono stati uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione, secondo l'esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito ucraino indica che si registrano anche 223 caccia, 191 elicotteri e 742 droni abbattuti. Lo riporta Ukrinform.

Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.792 carri armati russi, 950 sistemi di artiglieria, 4.032 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 15 navi e 182 missili da crociera.

09:14
09:14
«Mosca userà un satellite iraniano per spiare l'Ucraina»

Il satellite di telerilevamento terrestre iraniano che l'agenzia spaziale russa Roscosmos lancerà il 9 agosto, come annunciato mercoledì, verrà prima utilizzato da Mosca per spiare obiettivi ucraini: lo riporta il Washington Post (WP), che cita funzionari di sicurezza occidentali.

La Roscosmos aveva annunciato il tre agosto che prevede di lanciare in orbita dal cosmodromo di Baikonur il satellite Qaem Earth «per conto della Repubblica islamica dell'Iran».

Il nuovo satellite, soprannominato 'Khayyam', migliorerà notevolmente la capacità di Teheran di spiare gli obiettivi militari in Medio Oriente, scrive il WP. Allo stesso tempo, secondo il quotidiano statunitense, Mosca intende usarlo per assistere la sua invasione dell'Ucraina.

Il satellite, di fabbricazione russa, ha una telecamera ad alta risoluzione che darà a Teheran capacità senza precedenti, compreso il monitoraggio quasi continuo di strutture sensibili in Israele e nel Golfo Persico, sottolinea il Washington Post. Mosca tuttavia, sempre secondo il giornale, ha già detto a Teheran che intende utilizzarlo «per diversi mesi o più a lungo, per migliorare la sorveglianza degli obiettivi militari» in Ucraina.

08:45
08:45
Navi cariche di cereali dirette in Gran Bretagna, Irlanda e Turchia

Il ministero della Difesa turco ha reso noto che le tre navi cariche di cereali partite questa mattina dai porti di Odessa e Chornomorsk in Ucraina sono dirette in Gran Bretagna, Irlanda e Turchia.

I movimenti delle navi - la Navistar, la Rojen e la Polarnet - sono monitorati dal centro di coordinamento istituito a Istanbul dove sono presenti delegati di Ankara, Kiev, Mosca e Onu.

La Navistar, battente bandiera panamense, che trasporta 33mila tonnellate di cereali, è diretta in Irlanda. La Rojen, battente bandiera maltese, che trasporta 13mila tonnellate di cereali, è diretta in Gran Bretagna. La nave turca Polarnet, che trasporta 12mila tonnellate di cereali, è diretta a Karasu in Turchia.

Una volta arrivate nei pressi della costa turca, le imbarcazioni saranno ispezionate dai delegati di Ankara, Kiev, Mosca e Onu del centro di coordinamento di Istanbul.

08:12
08:12
Orban: «Nessuna pace senza colloqui tra Russia e USA»

La pace in Ucraina sarà impossibile senza colloqui tra Russia e USA. Lo ha detto il primo ministro ungherese Viktor Orban ad una convention di repubblicani a Dallas, dove nel weekend è atteso anche Donald Trump.

«La strategia dei leader globalisti intensifica e prolunga la guerra e diminuisce le possibilità per la pace», ha detto il leader nazionalista sottolineando che «solo leader forti sono in grado di fare la pace».

08:09
08:09
Esplosioni a Mykolaiv

Forti esplosioni sono state udite nella città di Mykolaiv, nell'Ucraina meridionale, intorno alle 6:58 di questa mattina (le 5:58 in Svizzera): lo ha reso noto il sindaco, Oleksandr Sienkevych, secondo quanto riporta il Kyiv Independent.

07:44
07:44
IL PUNTO ALLE 6

Il ministero della Difesa turco ha confermato la partenza questa mattina di altre tre navi cariche di cereali da porti ucraini. Lo riporta l'agenzia Tass.

Si tratta delle navi Navistar, Rojen e Polarnet. La Navistar e la Rojen sono partite dal porto di Odessa, mentre la Polarnet dal vicino porto di Chornomorsk.

Il ministro delle Infrastrutture ucraino, Oleksandr Kubrakov, ha sottolineando su Twitter il bisogno di fare partire «100 navi al mese per essere in grado di esportare il volume necessario di prodotti alimentari».

Lunedì aveva lasciato il porto di Odessa la prima nave carica di cereali da quando a fine febbraio la Russia ha invaso l'Ucraina.