Il caso

Psicologi laureati in Italia, niente più esame di Stato

Il Consiglio federale risponde a un’interpellanza di Lorenzo Quadri e chiarisce: i giovani ticinesi che hanno concluso un ciclo di studi master in una università della penisola non dovranno sottostare né a tirocini né a prove finali
Dario Campione
27.05.2022 19:24
Niente più esame di Stato in Italia per i giovani ticinesi che, dopo la laurea in un ateneo della penisola, volessero intraprendere la loro attività nel nostro cantone. Rispondendo a un’interpellanza parlamentare presentata due mesi fa da Lorenzo Quadri, il Consiglio federale ha fatto finalmente chiarezza su una questione che da anni tormentava tutti coloro i quali avevano conseguito un titolo di studio master in psicologia oltreconfine.

Il problema, in sintesi, era che questi psicologi freschi di laurea «non potevano vedersi riconosciuto il titolo in Svizzera se non dopo un periodo di tirocinio e il conseguente esame di Stato in Italia - spiega al CdT Nicholas Sacchi, presidente dell’Associazione Ticinese Psicologi (ATP) - Ciò creava un grosso problema a coloro i quali...