Turismo invernale

Un inverno tutto in salita insieme ai costi dell’energia

La scorsa stagione è stata caratterizzata dalle scarse precipitazioni nevose e dai conseguenti introiti esigui degli impianti - Quest’anno in Ticino ci si prepara ad un’altra importante sfida sulle piste da sci: quella dell’adeguamento dei prezzi di abbonamenti e giornaliere
© Ti-Press/Alessandro Crinari
Davide Rotondo
Luca Faranda
Davide RotondoeLuca Faranda
05.10.2022 20:55
Non bastava il trauma dello scorso anno, quando di neve se n’è vista pochissima. A mettersi potenzialmente di traverso per la stagione invernale alle porte ci si mette anche l’incognita del costo dell’energia in continuo aumento. Un costo che sicuramente gli impianti sentiranno e che ognuno gestirà come può, riflettendolo più o meno sul conto «finale» da presentare all’utenza che deciderà di passare una giornata (o una stagione) sulle piste. E se si parla generalmente di prezzi più alti, quasi nessuno è ancora in grado di quantificare con esattezza a quanto ammonterà il rincaro. La verità che emerge è che sono ancora tutti in attesa di capire l’evolversi di una situazione difficile da inquadrare. L’unico fattore dalla parte di chi si appresta ad avviare la stagione fredda,...