Sanità

Sanità: quale futuro vogliamo

L'opinione di Andrea Saporito, candidato PLR al Gran Consiglio
Red. Online
25.01.2023 16:43

La spesa sanitaria svizzera è tra le più alte al mondo ed è in costante crescita. Gli analisti stimano che, nel giro di breve, i costi della salute saranno semplicemente insostenibili e il Ticino è tra i cantoni con la spesa sanitaria in assoluto più elevata.

Le principali contromisure che oggi vengono prese sembrano semplici palliativi: si taglia e si aumenta la quota a carico del paziente, trasferendo semplicemente i costi, in un gioco a somma zero (la Svizzera è oggi il secondo Paese al mondo dopo gli USA per la compartecipazione privata alla spesa sanitaria).

Eppure molto potrebbe essere fatto per migliorare l’efficienza di un sistema frammentato, con una concorrenza spesso disfunzionale tra i diversi attori ed in cui gli incentivi promuovono l’aumento del volume delle prestazioni, anziché la qualità e l’economicità delle cure.

Sarebbe semplicistico prendere di dare soluzioni facili ad un problema complesso, come purtroppo spesso fatto in passato. Le misure da adottare per mirare ad un risultato strutturale e duraturo devono essere piuttosto indirizzate alle radici del problema.

Urge introdurre dei correttivi affinché:

1.    Il paziente sia maggiormente informato ed abbia a disposizione dati oggettivi per decidere, guidato dal proprio medico curante, se e dove sottoporsi ad esami e trattamenti.

2.    I fornitori di cure siano incentivati e premiati non per la quantità delle prestazioni erogate, ma per la loro qualità e costo-efficacia.

3.    Si prosegua con l’istituzione di modelli organizzativi che centralizzino la medicina altamente specialistica in centri di eccellenza certificati, con migliori risultati clinici e miglior uso di risorse, garantendo allo stesso tempo il capillare e rapido accesso ad una medicina di prossimità di ottimo livello.

La Sanità ticinese, nonostante i propri difetti, ha mostrato un’enorme resilienza. L’abbiamo dimostrata sul campo, durante la pandemia di Covid 19, dove un piccolo sistema sanitario come il nostro, grazie alla collaborazione ed al lavoro di tutti i propri attori, è riuscito a mettere in campo un enorme sforzo collettivo, a tutela dei pazienti, facendo fronte efficacemente ad un’emergenza sanitaria gravissima.

In questi anni difficili, abbiamo capito che insieme si possono vincere sfide apparentemente impossibili e questo ci dà speranza per il futuro.

Un futuro che dobbiamo ai cittadini ed ai pazienti ticinesi.

Un futuro in cui, in sanità, qualità faccia rima con sostenibilità.

L'opinione di Andrea Saporito, candidato PLR al Gran Consiglio