Ticino

I tormenti all'ombra del lupo

Sulle pecore uccise la guerra dei risarcimenti che per un’allevatrice non sono abbastanza
La Confederazione ha stanziato per l’estate 2022 un totale di ulteriori 5,7 milioni di franchi per misure immediate a favore della protezione delle greggi. (CdT/Gabriele Putzu)
Giorgia Cimma Sommaruga
13.11.2022 07:00
Erano i primi giorni di luglio quando in Val Bavona, sull’Alpe Antabia, parte del gregge di Giulia Giuliemma scompare. Il pastore incaricato di controllare l’alpeggio durante il periodo estivo lancia l’allarme solo dopo qualche giorno. Forse perché non si spiega come 50-60 ovini siano scomparsi dalla sera alla mattina. Giorni di ricerche, l’allevatrice lascia Sobrio, dove vive e alleva bestiame, e si reca sull’alpeggio con i suoi fratelli per cercare le pecore. Germano Mattei, co-presidente dell’associazione svizzera per la protezione del territorio dai grandi predatori, organizza addirittura una giornata di ricerche a bordo dell’elicottero della Rega, la guardia aerea svizzera. Il terreno è scosceso, ci sono molti pendii e dirupi, e «forse le pecore sono precipitate in un...