Teatro

La crudeltà della parola: al LAC il nuovo spettacolo di Carmelo Rifici

Atmosfere crepuscolari, strani oggetti e una polifonia di voci e musica elettronica accompagnano lo spettatore in Relazioni pericolose
© Luca Del Pia
Alessia Blum
Alessia Blum
11.03.2022 17:36
«In principio era il Verbo» cita il famoso inno al logos di Giovanni, ed è proprio la parola a fare da protagonista e da antagonista all’ultimo spettacolo di Carmelo Rifici, Le Relazioni pericolose, in programmazione al LAC di Lugano.

Quanta potenza nasconde il linguaggio, quanto può essere pericoloso? Tema fondamentale già ai tempi platonici, ma ancora incredibilmente attuale tanto da venire usato come fil rouge in questo spettacolo immersivo in cui lo spettatore viene catapultato fin dal primo ingresso in sala.

Lo scorso martedì alle 18.00 presso il LAC di Lugano, in collaborazione con l’Istituto di studi italiani (ISI), si è aperto uno spazio di dialogo e discussione intorno al nuovo lavoro di Rifici, tratto dal celebre romanzo epistolare di Pierre-Ambroise-François...