L'editoriale

Un milione di aiuti

Il Fondo Nazionale Svizzero e la sezione Svizzera di Scholars at Risk si attivano in aiuto di ricercatori e ricercatrici di nazionalità ucraina
© Pexels
Antonio Paolillo
Antonio Paolillo
24.03.2022 06:00
Con lo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina lo scorso 24 febbraio, la capacità – e la voglia – di costruire progetti, di investire sul proprio futuro, da parte di studenti e studentesse, ricercatori e ricercatrici di tutto il mondo ha subito un nuovo scossone, proprio mentre stavano cercando di rialzarsi dal terremoto della pandemia. Possiamo solo immaginare quanto questo sia ancor più vero per coloro nella comunità accademica di origine o nazionalità ucraina, che oltre alle incertezze dovute ai tempi già di per sé difficili, sono colpiti in prima persona dal conflitto.Per questo motivo l’USI ha deciso di agire in modo concreto in aiuto dei suoi studenti che stanno vivendo questa situazione. «La società si è mobilitata per fornire aiuti concreti alla popolazione colpita...