Storie di pinte

A Claro è nata una birra che viene fatta col cuore

Nel 2020 Michele e Anna Bronner hanno dato vita a La Torascia, basata sulle relazioni sempre più strette che i due hanno intrecciato con artigiani e agricoltori
@photolocatelli.ch
Omar Cartulano
08.10.2022 14:15
Mentre le nostre vite venivano sconvolte dalla pandemia nel marzo 2020, a Claro nasceva una birra in pieno contrasto con quei giorni d’isolamento sociale. Nelle quattro versioni Bionda, Bitter, Torascina e Weizen (cinque, calcolando anche l’edizione speciale Scüra), la birra Torascia è «festa e divertimento». Michele Bronner in testa ha il modello di una birra molto «beverina, che va giù senza problemi spingendoti ad andare avanti a berne un’altra e a farti una serata con quella». «Dopo qualcuna però ci si ferma, eh» scherza la moglie Anna, che col marito gestisce il piccolo birrificio artigianale a conduzione famigliare situato al piano terra della casa in via A Torascia in cui la coppia abita con i figli. Se spesso dietro a una birra artigianale c’è la storia di un gruppo...