Il produttore

La scommessa di Agriloro: dieci tipi di uve per un solo vino

L'azienda di Meinrad C. Perler ha sempre creduto nella possibilità di combinare più vitigni per creare ottimi vini – A volte, anche grazie all'uso delle anfore
@photolocatelli.ch
Mattia Bertoldi
01.07.2022 11:18
Il Mendrisiotto è un distretto a vocazione vitivinicola e basta dare un’occhiata alle sue colline e alle sue pianure imbrigliate dai filari per rendersene conto. Quello che non mi aspettavo però era di imbattermi in un particolare simbolo dell’enologia lungo la strada: c’è infatti un’anfora più alta di me che svetta al centro della rotatoria che porta a Genestrerio, là dove Agriloro ha sede ormai da nove anni. «Abbiamo iniziato a fare il vino nelle anfore circa cinque anni fa» mi racconta il patron Meinrad C. Perler, seduti in una sala con vista sui vigneti del tenimento La Prella. «Ne abbiamo tre da 1700 e una da 1000 litri. Soprattutto coi bianchi, danno ottimi risultati: ne esce un vino che è tutto frutto, un esplosione di aromi da...