Io mi ricordo

La tecnica dell'artista Pierluigi Alberti? Uva su tela

Un talento multiforme che ha dato vita alla mostra Di Vinum, basata su tonalità figlie del vino e visitabile alla cantina Moncucchetto sino a fine dicembre
@Carlo Reguzzi
Giovanni Valerio
08.10.2022 11:07
Nell’atelier, assieme ai tradizionali pennelli, colori, tele e cavalletti, si scorgono anche una bottiglia di aceto. E pure del vino rosso. Siamo nello studio di Pierluigi Alberti (per tutti, semplicemente Pier), tra le sue ultime opere: delicati acquerelli che ritraggono ceppi e tralci nodosi, prospettive di filari. Soggetti ispirati alla vite, alla vigna, al mondo del vino. E, non a caso realizzati proprio con… del vino! «Con un pennello largo» spiega Alberti, «faccio una prima velatura usando il vino, infine incido la carta con un bulino e lascio queste tracce che rendono l’idea dei filari, prima di passare una seconda velatura, sempre di vino.» Accanto ai titoli delle sue opere, ci sono infatti i nomi dei vini utilizzati come base per il colore: il granato chiaro del Volnay, le...