Cent'anni fa

I conservatori e la lista per il Nazionale

Le notizie del 7 ottobre 1922
© Shutterstock
Nicola Bottani
07.10.2022 06:00

Nella politica cantonale
Per le nomine al Nazionale

La lista conservatrice al Nazionale non è ancora allestita definitivamente; i candidati sicuri sono i sigg. Balestra, Dolfuss, Polar, Tarchini e Cattori. L’avv. Riva non ha accettato la candidatura, ma si fanno pressioni per fargliela accettare; pel Sopraceneri sono in contestazione i seguenti nomi: avv. Celio, Dr. Blotti e sig. Paolo Pedrazzini di Locarno.

Il ministro del Panama a Berna
Berna, 6 ag – Il signor Burgos, ministro del Panama a Roma, recentemente accreditato nella stessa qualità a Berna, ha consegnato venerdì le credenziali al presidente della Confederazione ed al capo del dipartimento politico.

Sport
Una festa a Chiasso

Organizzata dalla direzione dell’Unione Velocipedistica Ticinese, con alla testa l’infaticabile presidente sig. Attilio Pasquali, si svolgerà domani sera alla Casa del Popolo di Chiasso una interessante e simpatica manifestazione. Si tratta della premiazione di campioni ciclistici ticinesi per il 1922; la serata sarà chiusa da una brillante festa danzante.

La «Motosacoche» nel 1922
La «Motosacoche» ha provato e confermato che nel 1922, pelle qualità rimarchevoli della sua costruzione, si trova incontestabilmente alla testa dell’industria motociclistica mondiale. Essa ha totalizzato quest’anno: 17 nuovi record, 66 primi premî, 14 secondi premî e 7 terzi premî; trionfa fra questi nella «Bol d’Or» in moto 500 cmc. e sidecar 1000 cmc., ottiene il campionato di Francia velocità 500 cmc., guadagna per la terza volta il gran trofeo dei 6 giorni internazionali, batte il record d’Europa continentale del kilometro lanciato in 500 cmc. ecc.

Terribile incendio al Canadà
Cinque città distrutte

Parigi, 6 – nello stato di Ontario, nel Canadà, un distretto di 80 chilometri di larghezza è in fiamme. Sotto l’azione del vento, che soffia tempestosamente, l’incendio si sviluppa con straordinaria rapidità. Venticinquemila persone sono senza tetto. Vi sono più di cento morti. Cinque città sono distrutte, tra le quali la maggior parte della città di Haileybury, una delle località più prosperose della regione. Anche le miniere di argento pare siano rovinate dalle fiamme. L’incendio è scoppiato nella sera del 4 ottobre. Gli abitanti della regione si sono precipitati nei treni e nelle automobili. Le maggiori perdite di vite umane si ebbero a Haileybury, dove 50 persone affogarono nella irruzione sopra un piroscafo. Un centinaio di persone, in preda al panico, si gettò sul ponte della nave e una metà di essi cacciò l’altra metà in acqua dalla parte opposta.