Il personaggio

Il paradosso di Bruce Springsteen

Il Boss torna con un nuovo disco, 15 cover di successi soul, e con un nuovo tour che toccherà anche la Svizzera – Ma negli Stati Uniti è soprattutto un’icona politica, che sostiene i democratici ed è amata anche dai trumpiani
© AP
Stefano Olivari
12.11.2022 13:45
Bruce Springsteen ha musicalmente ormai poco da dire, ma lo dice benissimo. E anche in Only the Strong Survive, solo i forti sopravvivono, suo ventunesimo album, lo ha dimostrato. Del resto le canzoni nemmeno sono sue: classici del soul anni Sessanta e Settanta, stile Motown ma non soltanto. Ma al di là della musica il Boss è sempre stato un’icona politica, quindi il suo ritorno sulla scena, con il disco e il tour, è atteso dall’America quasi come l’annuncio di una candidatura presidenziale. 

A 73 anni è umano guardare più al passato che al futuro e Springsteen non fa eccezione. Oltretutto Only the Strong Survive non è nemmeno il suo primo disco di cover: basti ricordare We Shall Overcome: The Seeger Sessions, del 2006, basato su canzoni di quella...