Eventi

Ritorna Chitarre dal Mondo

Il festival si terrà il 13, 17, 18 e 20 novembre presso l'Auditorio Stelio Molo RSI e l'Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana
© CdT/Archivio
Red. Online
09.11.2022 18:17

Nei giorni 13, 17, 18 e 20 novembre presso l’Auditorio Stelio Molo RSI e l’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana, si terrà la XIV edizione del Festival Chitarre dal Mondo organizzato dall’associazione Amici della Chitarra. Il Festival ritorna con un calendario che propone quattro serate di alto livello artistico. La formula è anche in quest’occasione basata su proposte variegate, che spaziano tra diversi stili e generi legati alla chitarra.

Il prestigioso evento si aprirà domenica 13 novembre alle 20.30 presso l’Auditorio Stelio Molo RSI con lo spettacolo «An Evening with Tommy Emmanuel» di Tommy Emmanuel (chitarra acustica), il quale vanta una carriera che dura da cinque decenni e che l’ha visto esibirsi sui palcoscenici di tutto il mondo. Uno stile unico il suo, messo in evidenza nelle sue esibizioni piene di energia, con l’uso di tutte e dieci le dita sulla tastiera dello strumento, gli spettacolari effetti percussivi (il tapping), melodia, armonia e ritmo che contemporaneamente sgorgano dalla sua chitarra. Questo spettacolo nasce da una collaborazione tra l’associazione Amici della Chitarra e RSI Rete Due, nell’ambito della rassegna Tra Jazz e nuove musiche.

La serata del 17 novembre, con inizio alle ore 20.30, si terrà anch’essa presso l’Auditorio Stelio Molo RSI con il concerto «Aranjuez» in collaborazione con l’Orchestra della Svizzera italiana. Il programma prevede opere di De Falla, Kodáli e, come fulcro, il Concierto de Aranjuez di Joaquìn Rodrigo. Il solista sarà Rafael Aguirre, grande virtuoso della chitarra e mondialmente apprezzato per l’esecuzione di questa pagina. La direzione sarà affidata a Gábor Kali, particolarmente apprezzato per il suo impegno nel repertorio contemporaneo, che affronta con regolarità e che spesso lo porta a presentare in anteprima nuove opere in tutto il mondo. In particolare, è molto stimato e richiesto per la sua profonda conoscenza delle opere di Bartók, che lo ha portato a dirigere la Budapest Festival Orchestra in tournée.

La terza esibizione è prevista per venerdì 18 novembre alle ore 20.30 con il concerto «Alma Llanera». Sul palco del Conservatorio della Svizzera Italiana Anabel Montesinos (chitarra) la quale allieterà la serata figura di spicco nel panorama chitarristico mondiale, condividendo anche concerti con Paco de Lucía, per i quali è stata acclamata più volte con standing ovations.

Il Festival si concluderà domenica 20 novembre alle ore 17.00 presso l’aula magna del Conservatorio della Svizzera Italiana con il concerto «Fandango» di Emanuele Buono (chitarra), personalità di rilievo nel panorama chitarristico internazionale, e il quartetto EOS, formatosi nel 2016 e imponendosi da subito all’attenzione del mondo musicale per la freschezza e la profondità delle proprie interpretazioni.

Il programma prevede opere di Castelnuovo-Tedesco e Boccherini.

Per la prevendita dei biglietti consultare il sito www.chitarredalmondo.ch o contattare il n. 076 615 94 02 o scrivere alla mail [email protected]

13 e 17 novembre: biglietto singolo frs. 30 – Soci Amici della Chitarra, Club Rete Due, AVS e studenti frs. 20 – bambini sotto gli 11 anni gratuito.

18 e 20 novembre: biglietto singolo frs. 20 – Soci Amici della Chitarra, AVS e studenti frs. 10 – bambini sotto gli 11 anni gratuito.