Cent'anni fa

Quella gravissima disgrazia a Orselina

Le notizie del 4 ottobre 1922
© Shutterstock
Nicola Bottani
04.10.2022 06:00

Cronaca Cantonale
Gravissima disgrazia

Orselina, l’ameno paesello posto sulla collina, fu domenica sera teatro d’una mortale disgrazia, che impressionò dolorosamente tutta quella buona popolazione. Il sig. Max Schätzli, noto negoziante di Montreux e che s’era imparentato colla famiglia del sempre compianto Passalli, arrivato sabato, accompagnato da due famigliari, era di ritorno domenica da San Bernardo, quando giunti alla seconda cappella, il signor Schätzli, che precedeva la sorella, s’accorse che un grosso sasso discendeva in direzione della strada per la china a grande velocità.

Volle avvertire del pericolo la sorella, affetta da sordità, ma in quel mentre il sasso lo colpiva al collo, recidendogli nettamente la carotide e lasciandolo cadavere all’istante. Immaginarsi lo spavento dei famigliari presenti ed il dolore della moglie e della figlia quando conobbero, in tutta la entità, la grave disgrazia che le aveva colpite.

Il povero Max non aveva che quarant’anni. Le funebri onoranze avranno luogo in Orselina, oggi nel pomeriggio alle ore 2, poscia la cara Salma verrà trasportata a Lugano per essere cremata. Alla famiglia sentite condoglianze.

Servizio postale a Calprino
Nel corso del corrente anno, per misure d’economia, l’ufficio postale di Calprino è retrocesso di grado. Tale fatto poco importerebbe al pubblico se il servizio non fosse fortemente peggiorato. Sta infatti che i casellisti devono attendere troppo tardi la distribuzione nelle cassette della propria corrispondenza, i telegrammi consegnati non possono essere spediti colla dovuta sollecitudine, il pubblico deve attendere allo sportello per consegnare la messaggeria, lettere, o per ricevere quanto domanda. Il servizio è assolutamente deficiente, non per colpa del personale, che fa quello che può, ma bensì per deficienza di personale. È assolutamente necessario che durante la stagione primaverile ed autunnale dei forestieri il servizio debba venir migliorato mandando a Calprino un personale aiutante straordinario.

Cronaca Giudiziaria
Processo Marcacci

Si è svolto stamane il processo in odio di tale Marcacci Carlo, d’anni 25, contadino, da Mugena, imputato di atti di libidine violenta su un ragazzo del paese, certo Mercolli Luigi. Il processo si è ssvolto a porte chiuse. L’on. P. P. ha domandato la condanna del Marcacci a 6 mesi di carcere, al pagamento delle spese procssuali e a una indennità calcolata in fr. 50 alla madre del ragazzo. Difende l’imputato l’avv. Angiolo Martignoni.

Piccola Pubblicità
Castagne, solamente primaria merce, qualsiasi quantitativo, cerca comperare Ernst Meyer, Höhestr. 49, Zollikon (Zurigo).