HCL

Il Lugano torna al successo

Battuto 2-1 lo Zurigo alla Cornèr Arena – GUARDA GLI HIGHLIGHTS
© KEYSTONE
Flavio Viglezio
Flavio Viglezio
20.01.2023 21:59

È tornato a sorridere, il Lugano. Nella serata dello sciopero del tifo della Curva Nord, i bianconeri hanno battuto per 2-1 gli ZSC Lions grazie alle reti di Arcobello e Marco Müller. Una vittoria che permette alla squadra di Luca Gianinazzi di rimanere attaccata al treno dei pre-playoff.

Primo tempo

Nel silenzio della Cornèr Arena nei primissimi minuti della sfidanon accade nulla di interessante. Poi al 3’28’’, dopo un disco recuperato da Connolly, Arcobello, porta in vantaggio il Lugano battendo da pochi passi Hrubec. All’8’21’’ Klok si fa penalizzare per 2’. Al 9’15’’ esce anche Mirco Müller e il Lugano è costretto a 1’06’’ di doppia inferiorità numerica: il box-play bianconero protegge nel migliore dei modi Niklas Schlegel. Dal 12’54’’ è il Lugano a poter giocare per 2’ in doppia superiorità numerica: il Lugano spreca l’occasione. Al 18’05’’ esce Azevedo: non accade nulla.

Secondo tempo

Anche le prime fase del periodo centrale sono al cloroformio. Al 24’30’’ Carr lancia Granlund, che  perde però il tempo giusto. Al 28’50’’ Trutmann riceve 2’ di penalità: ancora una volta il power-play bianconero non produce nulla di concreto. Al 33’03’’ però il Lugano raddoppia: va a segno Marco Müller, il più veloce a sfruttare un disco vagante dalle parti di Hrubec. Al 34’40’’ è Walker a sedersi sulla panchina dei cattivi: lo Zurigo non riesce praticamente mai a rendersi pericoloso. Ma al 37’16’’ Lammikko riduce lo scarto approfittando di una corta respinta di Schlegel.

Terzo tempo

Negli ultimi secondi di gioco del secondo periodo viene penalizzato Riedi: Josephs non riesce a concludere davanti a Hrubec. Per il resto il power-play è inguardabile. Al 44’30’’ Thürkauf spreca un invitante due contro uno con Fazzini. E al 45’50’’ Zanetti, partito velocissimo in contropiede, perde il duello con Hrubec. Al 53’08’’ viene espulso Wolf: la difesa bianconera si difende senza troppi patemi. Al 58’38’’ si fa espellere Alatalo e gli ZSC Lions tolgono il portiere per giocare in 6 contro 4: i Lions pressano e fanno girare il disco, ma il risultato non cambia.

In questo articolo: