Paid post

Leggere mondi

Si inaugura sabato 9 luglio la terza edizione del Cima Norma Art Festival
Red. Online
03.07.2022 02:59

Anche quest’anno l’estate bleniese sarà animata dai numerosi eventi che compongono il programma del Cima Norma Art Festival, manifestazione interdisciplinare che permette di confrontarsi con alcune delle espressioni più attuali della cultura contemporanea, dalle arti visive alla musica, dal teatro alla letteratura. Il Festival che quest’anno si intitola “Leggere mondi” si svolgerà dal 9 luglio al 4 settembre negli spazi della Fondazione La Fabbrica del Cioccolato a Torre.

La metafora attorno a cui si articola la terza edizione del Festival, affidato alla direzione artistica di Elio Schenini, è quella della leggibilità del mondo, una metafora che percorre tutta la storia dell’Occidente e che ha origine nello stretto rapporto di analogia che si è instaurato fin dall’antichità tra il mondo e il libro. In questo inizio di secondo millennio, caratterizzato da una società sempre più ipermediatizzata e iperconnessa, quello della leggibilità del mondo, è un tema di grande attualità. Quello in cui viviamo è infatti un periodo storico in cui, mentre l’oggetto libro sembra ormai aver perso terreno rispetto alla superficie lucida e touch degli schermi dei computer, la produzione quotidiana di informazioni ha raggiunto una tale dimensione che ormai solo gli algoritmi e le macchine sono in grado di affrontare e “leggere” questa incessante e sterminata raccolta di dati. Di fronte all’enorme mole di Big Data che la crescente capacità computazionale ci mette a disposizione sorge però un dubbio: non sarà paradossalmente proprio l’aumento potenzialmente senza limiti delle informazioni di cui possiamo disporre a mettere definitivamente in crisi la nostra possibilità di “leggere” il mondo?

Oltre all’esposizione artistica che sarà visitabile dal 9 luglio al 4 settembre, il programma prevede tre serate speciali: il 9 luglio, serata di apertura ufficiale del Festival, il 30 luglio e il 13 agosto. In occasione di queste serate ci sarà la possibilità di assistere a concerti, reading letterari e spettacoli teatrali.

Si inizia dunque il 9 luglio alle 18.00 con l’inaugurazione della mostra che negli ampi spazi della Fondazione propone opere di James Bridle, Dominique Koch, Collectif Fact, Fragmentin & Lauren Huret, Salvatore Vitale e Matteo Fieni. A seguire, nel corso della serata, i concerti della ginevrina Julie Semoroz, dello zurighese Bit-tuner e il Dj-Set di Johnny Haway. Oltre al bar del Festival che proporrà in occasione di tutte e tre le serate bibite e piatti freddi di produzione locale, per la serata di apertura del 9 luglio è stata elaborata una speciale proposta gastronomica ispirata al ricettario del cuoco rinascimentale Martino de’ Rubeis. Nelle serate del 30 luglio e del 13 agosto sarà poi la volta del gruppo teatrale Trickster-p, degli scrittori Fabio Pusterla e Sara Catella e di musicisti quali Joke Lanz, Simon Grab e Francesco Giudici, la Chuchchepati Orchestra e Jonathan Frigeri. Tutte le manifestazioni sono accessibili gratuitamente.

Per il programma e per tutte le informazioni: www.cnaf.ch