Salute

Sempre più curvi sul telefonino: e il nostro corpo cambia

Il fenomeno del «tech neck» è emerso con forza durante la pandemia – Ne parliamo con ChiroSuisse, l'associazione dei chiropratici svizzeri
Marcello Pelizzari
25.05.2022 13:30
Ah, maledetta pandemia. Anche se il coronavirus, semplicemente, ha acuito il problema. Che esiste da tempo, oramai. Tant’è che è il cosiddetto tech neck è stato identificato nel 2011, complice l’esplosione degli smartphone. Ma di che cosa stiamo parlando? Semplice: i telefonini, volendo usare un’espressione gergale e forse antica, hanno modificato tanto le nostre abitudini quanto il nostro corpo e, nello specifico, la nostra postura. Ci siamo, mettiamola così, ingobbiti sempre di più.

Il concetto di tech neck è legato, appunto, alla quotidianità. O, meglio, all’interazione, costante, con lo smartphone. Provate a pensarci: una notifica, una vibrazione, un messaggino, la notizia che stavamo aspettando. E, puntualmente, pieghiamo collo e testa in avanti per...